Home Notizie Test sierologici, FarmacieUnite presenta l’accordo con la Regione Emilia Romagna

Test sierologici, FarmacieUnite presenta l’accordo con la Regione Emilia Romagna

Giovedì 8 ottobre è stato presentato alle farmacie appartenenti a FarmacieUnite l’accordo realizzato con la Regione Emilia Romagna che prevede la possibilità di eseguire i test sierologici rapidi (esito in 15 minuti) per la ricerca degli anticorpi anti Sars-CoV-2 in farmacia.

Durante l’incontro sono state condivise con i presenti le procedure di registrazione dei dati e dei risultati, le procedure di sicurezza, quali fasce di popolazione sono coinvolte e i costi, al fine di dare alle farmacie presenti la possibilità di aderire consapevolmente alla richiesta della regione Emilia Romagna.

“L’accordo ha una particolare rilevanza” dichiara il dr Ferretti, responsabile di FarmacieUnite per l’Emilia Romagna “in quanto avvia una importante collaborazione tra regione Emilia Romagna e farmacie per lo screening della popolazione, attuando così un elemento importante della farmacia dei servizi e contribuendo in modo essenziale alla prevenzione della diffusione del virus Sars- CoV-2”.

Il target potenziale riguarda circa 2 milioni di persone – alunni e studenti, genitori, fratelli e altri familiari conviventi, ma anche gli universitari fuori sede che hanno il medico di medicina generale in Emilia-Romagna – che potranno rivolgersi in modo gratuito presso le farmacie aderenti (l’elenco sarà pubblicato sul sito della regione a breve) per sapere in modo semplice e veloce se sono entrati in contatto con il virus e, sulla base dell’eventuale successivo tampone, se sono attualmente positivi.

In base all’andamento dell’epidemia lo screening in farmacia potrebbe essere allargato ad altre fasce di popolazione.

****

FARMACIEUNITE – è un organismo sindacale di Categoria attivo dal 1° gennaio 2014, senza limitazioni territoriali, – non aderente a Federfarma – al quale si associano volontariamente le farmacie pubbliche e private aperte sul territorio.

Dal 1° gennaio 2015 l’Associazione, partita dal Veneto, ha cominciato ad estendere la propria attività al di fuori dei confini regionali dando vita alla sezione Lombardia, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia, contando associati anche in Toscana, Piemonte e Puglia.

Al momento, sono associate a Farmacieunite circa 600 farmacie.