Ora in onda:
____________

Decimo appuntamento per la rassegna musicale “Note e Arte nel Romanico” edizione 2020: Giovedì 13 agosto 2020, alle ore 21 presso la Chiesa dei Santi Donnino e Francesco (Seminario) di Fiumalbo, avrà luogo “Sogno d’or”, un imperdibile concerto sulle note delle più celebri arie per soprano tratte dalle opere di Giacomo Puccini. I protagonisti della serata saranno il soprano Silvia Pantani ed il pianista Federico Rovini.

 

Silvia Pantani

Nata a Cecina (LI), inizia gli studi di canto lirico con Alessandra Rossi presso l’Istituto Musicale “Palmiero Giannetti” di Grosseto e si diploma nel 2003 in canto lirico presso l’Istituto Musicale pareggiato “Rinaldo Franci” a Siena. Subito dopo si è perfezionata con maestri e illustri interpreti della lirica come Alessandra Althoff, Mirella Freni, Renato Bruson, Paolo Washington, Lucetta Bizzi, Donata d’Annunzio Lombardi, Leo Nucci e Ines Salazar. Nel 2009 incontra il Maestro della Scala James Waughan e debutta con lo “Stabat Mater“ di Pergolesi con la coreografia del balletto della Scala diretta dal Maestro Stefano Salvatori, presso il Teatro Cantero di Chiavari. È vincitrice di numerosi concorsi internazionali come il Concorso “Comunità Europea” del Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto, il Cantiere Lirico del Teatro Goldoni di Livorno e il Concorso “Voci Verdiane” di Busseto per il ruolo di Luisa Miller. Nel 2011 prende parte all’Opera Studio del Teatro “Carlo Felice” di Genova dove debutta nel ruolo di Nella nel “Gianni Schicchi” di Puccini, con la regia del grande baritono Rolando Panerai, diretta da Valerio Galli. Nel 2013 Leo Nucci la sceglie per interpretare il ruolo di Luisa Miller nelle stagioni liriche di Piacenza, Ravenna e Ferrara. Nel 2014 sarà Musetta de “La Bohème” di Puccini al Teatro “Carlo Felice” di Genova e Kate Pinkerton nella “Madama Butterfly” di Puccini affiancando Daniela Dessì e Fabio Armiliato. Canta inoltre nel concerto al Teatro Verdi di Busseto per i novant’anni di Carlo Bergonzi al fianco di Michele Pertusi, Desirée Rancatore, Celso Albelo e Alberto Gazale. Nel 2015 vince il Primo Premio Assoluto al Concorso Nazionale “Riviera Etrusca” svoltosi a Piombino (LI). Debutta poi nel ruolo di Violetta ne “La Traviata” di G. Verdi presso il Teatro Goldoni di Livorno. Nel 2016 partecipa all’anteprima mondiale della composizione sacra per quattro voci soliste “Sotto lo stesso cielo” Di Giovanni Allevi e lo stesso anno prende parte alla “Messa dell’incoronazione” di W. A. Mozart presso il Duomo di Siena.

Sarà poi Elvira ne “I Puritani” di V. Bellini, Lola nella “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni, Cio Cio San in “Madama Butterfly”e “Una voce dal cielo” nel “Don Carlo” di G. Verdi presso il Teatro Carlo Felice di Genova. Ha inoltre preso parte alla “Messa di Requiem” di W. A. Mozart e alla “Petite Messe Solennelle” di G. Rossini a Lucca.

Voce solista nel Tour Internationale “Hope” di Giovanni Allevi nel 2019, collabora come solista nei concerti presso Villa Puccini di Torre del Lago.

 

Federico Rovini

Diplomatosi con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale d’onore, in seguito allievo di Bruno Canino e di Martha del Vecchio all’Accademia Chigiana di Siena, studia composizione con Gaetano Giani-Luporini e Luciano Damarati. Solista e camerista, ospite di importanti associazioni ed istituzioni musicali in Italia e all’estero, esegue un repertorio che spazia dal Barocco all’avanguardia contemporanea unendo, come sempre riconosciutogli dalla critica, una sapiente e dosata tecnica pianistica ad una squisita sensibilità e profondità di pensiero. Durante la tournèe nella Cina Popolare, fatta assieme ai “Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino”, oltre che come esecutore, ha riportato significativi consensi anche per le sue trascrizioni per archi di brani di G. Martucci e G. Puccini, che sono state eseguite in un concerto nel modernissimo Gran Teatro Nazionale di Pechino. Ha collaborato come pianista in complessi cameristici vari, con importanti strumentisti italiani e stranieri e, come pianista e clavicembalista solista e camerista, ha collaborato con i “Solisti Fiorentini” e collabora con “I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino”. Assieme ai Solisti Fiorentini ha collaborato con importanti direttori d’orchestra quali Leone Magiera, Alessandro Pinzauti e Zubin Mehta, sotto la cui direzione si è esibito come solista in Santa Maria Novella a Firenze. Come solista, inoltre, ha suonato con l’Orchestra Nazionale della Moldavia, l’Orchestra Filarmonica Rumena di Clos, l’Orchestra A. Modigliani, l’Orchestra Accademia Strumentale di Toscana, l’Orchestra del Conservatorio di La Spezia, i “Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino”, i Wienerkammersymphonie e molti altri. Ha collaborato inoltre con cantanti italiani e stranieri, nel repertorio sia lirico che cameristico.

All’attività concertistica affianca quella didattica. Ha insegnato all’Istituto Musicale Pareggiato di Teramo, nei Conservatori di Sassari e Cagliari e attualmente è titolare di cattedra di ruolo al Conservatorio di La Spezia, dove ha ricoperto la carica di Vice-direttore dall’anno accademico 2004/2005 e attualmente ricopre quella di Direttore dal 2014. Ha tenuto e tiene varie conferenze, lezioni-concerto, masterclasses, seminari e corsi di perfezionamento in Italia e all’estero. Nel 2013 ha registrato alcuni brani per pianoforte di Mussorgsky che sono stati inseriti nella colonna sonora del film “Piccola Patria”, pellicola in concorso e segnalata dalla critica alla recente 70° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Ha inoltre registrato per la R.A.I. Radiotelevisione Italiana, Rai International, per SKY Classica, per emittenti radiotelevisive rumene, austriache, per la televisione nazionale russa. Dal 1987 è direttore artistico della Scuola Comunale di Musica “Sarabanda” di Cecina e dal 2012 è direttore artistico dei Masterclasses “Suoni di un’isola” che si tengono annualmente a Portoferraio (Isola d’Elba). È inoltre chiamato sovente a far parte di commissioni giudicatrici in importanti concorsi pianistici e di musica da camera nazionali ed internazionali.

Tutti i concerti della rassegna “Note e Arte nel Romanico” sono ad ingresso libero e gratuito.

***

Ricordiamo che i concerti vengono organizzati e realizzati in base alle normative anti-contagio COVID-19. Visti i posti a sedere limitati, si prega di accedere per tempo alle sedi dei concerti, evitando assembramenti anche nelle fasi di parcheggio dell’auto. Quest’ultimo dovrà avvenire non in prossimità del luogo dedicato al concerto per permettere le operazioni di accoglienza del pubblico e il deflusso dopo il concerto. Ricordiamo inoltre che è obbligatorio l’uso della mascherina.

La direzione artistica si riserva la possibilità di annullare il concerto per cause di forza maggiore o di apportare modifiche al programma.

Tutte le informazioni verranno pubblicate sulla pagina Facebook “Note e Arte nel Romanico”.