Home Appennino Reggiano Due uomini feriti ieri sull’Appennino reggiano durante escursioni in moto

Due uomini feriti ieri sull’Appennino reggiano durante escursioni in moto

Due uomini feriti ieri sull’Appennino reggiano durante escursioni in motoUn uomo di 58 anni residente a Reggio Emilia, che nella mattinata di ieri, insieme ad amici, è andato a fare un giro con la moto da enduro nella zona di Gombio, piccolo borgo nel comune di Castelnovo né Monti, una volta nel bosco, in un tratto di discesa dove il sentiero diventa particolarmente pendente, ha perso il controllo della moto cadendo a terra e riportando un dolorosissimo trauma ad una gamba.

Mancava poco a mezzogiorno quando gli amici hanno allertato il 118. Sul posto è stata inviata l’ambulanza di Castelnovo né Monti, la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico stazione Monte Cusna, l’elicottero 118 di Pavullo nel Frignano dotato di verricello con a bordo un Tecnico del CNSAS. A causa della fitta vegetazione, l’elisoccorso è stato costretto a sbarcare il personale in hovering un po’ distante dal punto dove è avvenuto l’incidente. Il paziente è strato comunque raggiunto dal personale sanitario che ha provveduto, unitamente ai Tecnici del CNSAS, dopo aver somministrato l’analgesia per il fortissimo dolore ad immobilizzare l’arto dolorante e posizionare il ferito sulla barella portantina. Con tecniche alpinistiche il paziente è stato poi trasportato fuori dal fitto bosco e trasferito in elicottero all’ospedale di Reggio Emilia, in codice di media gravità.

Stessa sorte per 27enne residente a Castelnovo né Monti che in mattinata, insieme ad amici, si è avventurato in un giro con la moto da enduro fra i boschi nella zona di Costaborga, frazione del comune di Vetto. Giunto in un tratto molto ripido si è ribaltato all’indietro e la moto gli è caduta addosso, riportando così un trauma alla gamba. Mancava poco alle 14 quando gli amici hanno chiamano il 118. Sul posto è stata inviata l’auto infermieristica di Castelnovo, la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico stazione Monte Cusna, che stava già rientrando dall’ intervento precedente, e l’elicottero 118 di Pavullo nel Frignano dotato di verricello con a bordo un Tecnico del CNSAS. Il ferito è stato raggiunto dai Tecnici del CNSAS che hanno confermato l’intervento dell’elicottero, anche perché il paziente era molto.
Anche in questo caso, a causa della fitta vegetazione, il personale del mezzo di soccorso è stato sbarcato poco distante dal luogo dell’evento. Il ferito è stato raggiunto dal personale sanitario, immobilizzato sulla barella portantina e portato fuori dal bosco dai Tecnici del CNSAS. Imbarcato sull’elicottero è stato trasferito all’ospedale di Reggio Emilia.