Home Cronaca Controlli della Polstrada dei veicoli adibiti al trasporto merci, merci pericolose e...

Controlli della Polstrada dei veicoli adibiti al trasporto merci, merci pericolose e degli autobus

Il compartimento Polizia Stradale dell’Emilia-Romagna, nella giornata di ieri mercoledì 17 febbraio, ha svolto un servizio operativo straordinario che ha avuto come scopo l’intensificazione dei controlli dei veicoli leggeri e dei mezzi pesanti adibiti al trasporto di merci, degli autobus e dei veicoli destinati al trasporto di merci pericolose, sia di immatricolazione nazionale sia straniera.

In particolare, le verifiche si sono focalizzate sullo stato psicofisico dei conducenti, sul rispetto dei limiti di velocità, sul rispetto della normativa ADR sul trasporto delle merci pericolose e tutte le altre prescrizioni sull’autotrasporto previste dalla normativa nazionale e comunitaria.

L’obiettivo ultimo è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte i cui risultati vengono poi monitorati dal servizio Polizia Stradale.

L’organizzazione dei servizi ha interessato specifiche aree strategiche in particolar modo nelle provincie di Piacenza, Parma, Modena, Ferrara e Bologna.

A tal fine la Polizia Stradale, sull’intero territorio regionale, nel corso dell’intera giornata del 17 febbraio, oltre alle normali pattuglie di vigilanza stradale ha impegnato esclusivamente per questa maxi operazione  29 pattuglie, 4 unita’ cinofile e l’elicottero del reparto volo della Polizia di Stato.

Durante l’attività sono stati controllati 183 mezzi pesanti e contestate, tra le altre, violazioni per il mancato rispetto dei limiti di velocità, per il mancato rispetto dei tempi di guida e riposo (giornaliero e settimanale), nonché per il sovraccarico, oltre ad infrazioni al codice della strada di altra natura per un totale di 85 infrazioni complessive. Sono state, inoltre, ritirate due patenti di guida e decurtati 52 punti.

Queste intense attività di controllo continueranno, sistematicamente, al fine di garantire ed elevare, quanto più possibile, gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo.