Home Bassa modenese Controlli anti-droga della Polizia Locale di Mirandola

Controlli anti-droga della Polizia Locale di Mirandola

Nell’ambito dell’attività di monitoraggio e presidio costante del territorio, finalizzata alla sicurezza dei cittadini ed al contrasto dell’illegalità, questa mattina sono stati effettuati da parte della Polizia Locale dell’UCMAN, presidio dei Mirandola, diversi sopralluoghi antidroga.

Ad essere attenzionati le scuole superiori del capoluogo oltre ad altri luoghi, come i parchi cittadini, che proprio per le caratteristiche che presentano risultano più sensibili allo spaccio di sostanze stupefacenti. Con gli agenti anche un cane antidroga Ector giunto dal comando della Polizia Locale di Sassuolo, con cui è stato siglato un accordo tra i corpi, per i servizi – come quello odierno – di mutuo supporto. Dai controlli effettuati da parte degli agenti, non sono state rinvenute sostanze stupefacenti di alcun tipo, in nessuno dei luoghi visitati. Da rilevare però, l’accoglienza positiva da parte del personale docente degli istituti superiori scolastici in cui sono avvenuti i sopralluoghi, come pure quella dei ragazzi. Piena collaborazione e disponibilità è quanto hanno riscontrato gli operatori della Polizia Locale, con l’invito ad intervenire ogni qual volta dovesse sorgere la necessità.

“C’è tutto il nostro sostegno nei confronti dell’operato della Polizia Locale, che ricalca quanto l’Amministrazione comunale si è posta come obiettivo in termini di tutela e sicurezza dei cittadini – fa sapere l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Mirandola,  Giuseppe Forte Resta dunque forte l’attenzione così come l’appoggio a tutte quelle azioni atte a contrastare e a prevenire episodi criminali di qualsiasi genere e natura ed al loro dilagare. I controlli odierni, per i quali ritengo sia doveroso ringraziare per l’impegno profuso la Polizia Locale, rivestono un duplice valore: il contrasto alla circolazione della droga così come la tutela e la messa in guardia educando, anche attraverso queste operazioni, sugli effetti devastanti che ha tra i giovani.”