Ora in onda:
____________

Esprime la propria condanna il Sindaco di Mirandola Alberto Greco, rispetto a quanto accaduto due giorni fa in centro storico: l’assalto notte tempo alla postazione bancomat di fianco al portico di palazzo Bergomi, verso piazza Costituente. “C’è da parte dell’Amministrazione comunale tutta l’intenzione e l’impegno di preservare e garantire le condizioni di sicurezza per operatori e cittadini. Nel formulare la ferma condanna nei confronti dell’episodio criminale ed invitare a tenere alta la guardia, ci rivolgiamo alle forze dell’ordine la cui responsabilità non è mai venuta meno nel perseguire i crimini sul territorio, affinché i colpevoli di tale reato siano assicurati al più presto alla giustizia”.

Il Sindaco in proposito tiene inoltre a ricordare che, l’Amministrazione al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini come delle imprese, ha predisposto dei contributi specifici affinché possa essere facilitata da parte di questi, la dotazione di sistemi antintrusione, videosorveglianza ed allarme. “Un provvedimento che al momento sta riscontrando parecchio interesse sul territorio anche per il numero di domande pervenute in Comune a riguardo”, afferma il Sindaco Greco.

Ma che la sicurezza del territorio comunale, sia tra le priorità dell’Amministrazione, lo si riscontra anche nella richiesta di rinforzi che il primo cittadino, unitamente all’Assessore alla Sicurezza del Comune di Mirandola, Giuseppe Forte hanno avanzato nei giorni scorsi al Comando Legione Carabinieri Emilia Romagna.

“L’Amministrazione comunale di Mirandola – spiega Forte – ha implementato con un notevole sforzo economico i contributi all’installazione di sistemi di videosorveglianza locale: certamente un importante strumento di deterrenza nei confronti degli episodi criminosi, ma che senza adeguato supporto di personale volto al presidio del territorio non può essere chiaramente risolutivo e contenitivo di comportamenti disonesti e illeciti. In merito a ciò abbiamo deciso di interessare anche il Comando dei Carabinieri affinché possa essere presa in considerazione l’opportunità di incrementare la forza effettiva sul territorio comunale”.

“Tale potenziamento – prosegue Forte – potrebbe di sicuro contribuire a dare non solo un grande impulso all’attività di controllo e prevenzione, ma rappresenterebbe anche per la comunità una sicurezza e una maggiore tutela al contenimento delle azioni disoneste, potendo contare su una costante e continua attività di sorveglianza degli uomini delle forze dell’ordine”.