Home Appennino Reggiano Unione dei Comuni di Villa Minozzo e Toano: i due Sindaci in...

Unione dei Comuni di Villa Minozzo e Toano: i due Sindaci in Regione

La Commissione Bilancio, Affari generali e Istituzionali, Vicepresidente Fabio Filippi, ha convocato un’audizione sul progetto di legge di fusione dei comuni di Villa Minozzo e Toano.

“Un incontro proficuo – ha dichiarato Fabio Filippi – con i nostri amministratori. Fiocchi e Lombardi, pur orientati politicamente in modo differente, comprendono bene l’importanza di questo passaggio storico. Nascerà la realtà territoriale più importante della provincia reggiana, la settima di tutta la regione. Ho apprezzato la determinazione dei due Sindaci, l’obiettivo è quello di garantire maggiori e più efficienti servizi ai residenti e al contempo maggiori entrate nelle casse del nuovo municipio. Ai due comuni, che già gestiscono insieme la maggior parte dei servizi, manca solo il passaggio della fusione per fare il salto di qualità che renderà più efficace ed efficiente l’azione amministrativa, salvaguardando i servizi attualmente a rischio per la crisi economica e per i tagli.

Ho già dato la mia disponibilità per incontri con i cittadini di Villa Minozzo e Toano, è indubbiamente necessario raccogliere tutte le istanze della popolazione prima dell’inizio dell’iter istituzionale.

Al nuovo comune, la Regione erogherà, in quindici anni, oltre 3 milioni di euro, mentre, in 10 anni, arriveranno dallo Stato circa 5 milioni di euro. Per la compartecipazione alle spese iniziali, inoltre, la Regione darà un contributo straordinario di 150 mila euro all’anno per tre anni.

La fusione ottimizzerà macchina comunale e risorse, con una particolare attenzione alle politiche economiche e sociali.

Con l’unione dei due comuni intendiamo valorizzare ancora di più le radici territoriali, non vogliamo disperdere le specifiche identità. Un’opportunità per il territorio di diventare più forte di fronte ai cambiamenti.

Se non sorgeranno problemi, il 2 luglio prossimo l’assemblea legislativa regionale delibererà il testo relativo alla fusione dei due municipi. Nella stessa data sarà anche indetto il referendum popolare, che si terrà ad ottobre di quest’anno, attraverso il quale tutti i cittadini aventi diritto si esprimeranno sul sì o il no al comune unico. Personalmente riterrei corretto dare la possibilità ai cittadini, inserendo l’opzione nella scheda, di scegliere anche il nome del neonato comune.

Una volta preso atto del risultato referendario, la Regione delibererà sulla costituzione o meno del nuovo istituto. L’iter si concluderà, questo è il nostro obiettivo, entro il 2014, prima delle prossime elezioni amministrative.

Con la fusione, come ha rilevato il Sindaco di Toano Michele Lombardi, gli uffici comunali potranno potenziarsi, rendendo i sevizi più efficienti.

Questione fondamentale, inoltre, e la ricchezza d’acqua di cui gode il comune di Villa Minozzo: cospicue le riserve di oro blu che rappresentano uno strumento di contrattazione eccezionale. Sono, infatti, in scadenza i contratti di prelievo con Iren, esiste la possibilità di ottenere vantaggi da questa materia prima basilare.

Infine, come ha rilevato il Sindaco di Villa Minozzo Luigi Fiocchi, terremo certamente conto delle esigenze di ogni singolo cittadino, nei due comuni esistono frazioni distanti decine di chilometri dal capoluogo, realtà che non devono essere dimenticate.”