Home Appennino Modenese Un anno di stop per la Festa della Libertà di Zocca

Un anno di stop per la Festa della Libertà di Zocca

fdp_onstageDalla sua nascita, negli anni ‘90, la Festa della Libertà ha attirato a Monte San Giacomo di Zocca un numero sempre crescente di giovani amanti della musica e della natura e artisti provenienti da tutta Italia. Una crescita esponenziale che ha portato l’associazione culturale C’è Caos, impegnata nell’organizzazione delle ultime edizioni della manifestazione, alla consapevolezza della necessità di una riorganizzazione del festival musicale.

“Questo percorso – dichiara l’associazione C’è Caos – richiederà più tempo dell’anno solitamente intercorso tra un’edizione e l’altra, da qui la decisione di non tenere l’edizione 2016 della Festa della Libertà”.

“In primo luogo – commenta Sean Cattani, presidente dell’associazione culturale – desideriamo ringraziare tutti gli artisti, vera anima della manifestazione e i partecipanti, fino a 10.000 giovani a edizione, che in quasi 20 anni di Festa della Libertà hanno ‘occupato’ gioiosamente questo angolo di Appennino modenese. Grazie anche alla direzione artistica e tecnica e a tutti i volontari che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento. Un ringraziamento speciale anche agli sponsor e ai fornitori sempre impeccabili, pazienti, cortesi. Grazie a Comune di Zocca, Provincia di Modena e Regione Emilia-Romagna per aver patrocinato l’iniziativa e a Hera con la quale abbiamo portato avanti il progetto ‘Ecofestival’. Prezioso anche il contributo delle associazioni di volontariato del nostro territorio con le quali collaboriamo da sempre.

“Mi auguro che la pausa non duri più di un anno –  questo il commento di Pietro Balugani, sindaco di Zocca – perché la Festa della Libertà ha dato negli anni un notevole valore aggiunto al nostro territorio ed è parte integrante del progetto ‘Zocca Paese della Musica’. Nonostante le notevoli dimensioni raggiunte, l’evento è tutt’ora organizzato da volontari: questo non fa che sottolineare ancora una volta l’importanza del volontariato nella promozione della cultura e del turismo”.

“Il nostro obiettivo – conclude l’associazione – è quello di tornare quanto prima a richiamare a Monte San Giacomo giovani e artisti da tutta Italia. Nel frattempo i nostri amici e sostenitori possono continuare a seguirci sulla nostra pagina facebook. Siamo aperti anche a proposte di collaborazione che possono essere inviate via mail a: neverending@festadellaliberta.it