Home Appennino Reggiano Tutto pronto per il Cammino di San Pellegrino 2013. Tante le novità...

Tutto pronto per il Cammino di San Pellegrino 2013. Tante le novità quest’anno

CamminoSanPellegrino2012La prima delle quali l’alto numero di partecipanti, oltre 35, che mercoledì mattina alle ore 7 partiranno dalla Chiesa di San Pellegrino a Reggio Emilia con destinazione San Pellegrino in Alpe. Il gruppo il primo giorno sosterà all’antico Oratorio di San Pellegrino alle porte di Vezzano sul Crostolo e in Municipio, per l’apporto del timbro e un breve rinfresco offerto dall’Amministrazione Comunale, per arrivare nel pomeriggio a Montalto.

Cinque giorni di cammino che condurranno i pellegrini alla riscoperta delle tradizioni culturali e religiose del nostro appennino con tappa a Montalto di Vezzano sul Crostolo, La Pieve di San Vitale di Carpineti, Toano, Fontanaluccia (MO) ed infine San Pellegrino in Alpe, sul confine tra le province di Modena e Lucca. Una media di 20 – 25 km al giorno a contatto con la natura e alla scoperta di borghi e chiese da non dimenticare.

Quest’anno inoltre vi sarà per una ventina di essi la prosecuzione del Cammino per raggiungere Lucca, in altri 3 giorni, destinazione il Volto Santo, nella Cattedrale della città.

Tra i primi iscritti da annoverare due ospiti speciali da oltreoceano: una coppia di coniugi americani dell’Oregon. Il marito – Dan Rubenson – professore di economia alla Southern Oregon University, si occupa per la stessa di ricerche su questioni economiche legate alle attività ricreative all’aperto e alle arti. La coppia condividerà l’intero cammino con i pellegrini reggiani e per Dan questa sarà un’occasione di ulteriore ricerca alla scoperta di un contesto sociale, culturale e ambientale per lui assolutamente nuovo.

Tra i pellegrini anche Giovanni Bettuzzi, Assessore allo Sport e alle Politiche sociale e giovanili del Comune di Vezzano sul Crostolo, e il Consigliere comunale Sebastiano Vinci.

“Un’occasione imperdibile per riscoprire le ricchezze del nostro Appennino con un approccio, quello del cammino, cui oggi si stanno avvicinando sempre più persone – ha dichiarato l’Assessore Bettuzzi. – Una vacanza diversa che concilia attività fisica a contatto con la natura con aspetti culturali e religiosi; un’esperienza da proporre ai nostri giovani che molto possono imparare da questa esperienza”.

Venerdì 23 agosto alle 21 nella stupenda quanto sconosciuta Pieve romanica di Toano è stata organizzata, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, una serata gratuita in occasione del passaggio dei pellegrini: il concerto del Coro Mundura “Peregrinando tra le note”, aperto alla cittadinanza e ai villeggianti, all’insegna della tradizione musicale, culturale e religiosa.

Ricordiamo che questo di fatto è il terzo pellegrinaggio organizzato nell’estate, dopo quello effettuato da una quarantina di giovani della Parrocchia di Regina Pacis di Reggio Emilia e da un gruppo della locale US Montalto Calcio.

L’idea di recuperare l’antica tradizione di recarsi al Santuario di San Pellegrino in Alpe nasce 5 anni fa a Montalto di Vezzano sul Crostolo dove la locale Polisportiva ha voluto ripristinare l’antico Pellegrinaggio, impegnandosi nella raccolta di informazioni storiche e ambientali e nell’individuazione del percorso più idoneo per compiere il cammino, oltre naturalmente a iniziare ad organizzare almeno un pellegrinaggio annuale.
Il Comune di Vezzano sul Crostolo ha condiviso fin dall’inizio l’iniziativa, visto il valore di promozione territoriale e culturale.

Per le medesime ragioni il Cammino di San Pellegrino anche quest’anno è patrocinato del GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano, della Comunità Montana dell’Appennino Reggiano, della Provincia di Reggio Emilia e del’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla.