Home Appennino Modenese Serramazzoni Bene Comune: priorità a scuola, politiche sociali, trasparenza

Serramazzoni Bene Comune: priorità a scuola, politiche sociali, trasparenza

Walter-GiovanniniSi è tenuta la sera di giovedì 13 giugno la seduta di insediamento del Consiglio Comunale di Serramazzoni. In merito ai primi provvedimenti e alle prime discussioni in Consiglio, il capogruppo di “Serramazzoni Bene Comune” Valter Giovannini ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Nel primo Consiglio Comunale abbiamo subito iniziato a dimostrare con i fatti il tipo di opposizione che intendiamo portare avanti: coerente, costruttiva, concreta. Innanzitutto, come opposizione, abbiamo ringraziato la cittadinanza e gli elettori, ma al tempo stesso, con riferimento alla maggioranza, abbiamo ribadito che, in una situazione in cui un serramazzonese su tre non è andato a votare, e in cui solo un elettore su quattro ha votato l’attuale Amministrazione, più che di maggioranza bisognerebbe parlare della ‘più forte minoranza’: questo, senza nulla togliere alla piena legittimità dell’Amministrazione, impone uno spirito umile di dialogo e confronto pieno, sia in sede consiliare che nel rapporto con la cittadinanza. In merito alla presentazione della nomina della Giunta Comunale e delle comunicazioni del Sindaco sui consiglieri delegati, abbiamo molti dubbi sull’attribuzione di deleghe così importanti per i cittadini (scuola, politiche sociali) a consiglieri delegati e dunque non membri della Giunta, quasi come se questi temi passassero in secondo piano rispetto ad altri. E’ una scelta sbagliata, su cui non siamo d’accordo, e che non trova alcun paragone con altri Comuni della nostra Provincia. Vorremmo invece che l’Amministrazione si occupasse subito e prioritariamente dei problemi concreti del paese: delle scuole, su cui permangono moltissime criticità, a partire dalle questioni strutturali; dei nostri anziani e dei disabili, che non hanno servizi. Abbiamo, inoltre, già iniziato a lavorare per un’idea condivisa di trasparenza: relativamente all’elezione di un rappresentante dei tre gruppi di minoranza in Comunità Montana, siamo stati l’unica lista a proporre, con trasparenza, il principio dell’alternanza annuale per i rappresentanti della minoranza, con l’obiettivo di superare i protagonismi individuali, in modo da lavorare senza pregiudiziali per il bene comune; inoltre, abbiamo chiesto e ottenuto un pubblico impegno del Sindaco a occuparsi, quanto prima, di una modifica alle procedure di nomina dei rappresentanti dell’Ente nelle società partecipate e negli enti collegati al Comune (a partire dalla Serramazzoni Patrimonio, dall’Acquedotto Dragone, dall’Ente Parco), per far sì che tali nomine siano adottate con procedure pubbliche, con bandi a cui candidarsi pubblicamente, e che il Sindaco motivi obbligatoriamente le nomine che effettuerà, per premiare il merito e non la vicinanza politica. Fatti concreti e trasparenti: questo per noi significa lavorare per il Bene Comune, e con questa modalità di lavoro continueremo ad impegnarci già nei prossimi giorni”.