Home Appennino Modenese Riolunato: con “Artinscena” protagonisti musica e giocoequilibrismo

Riolunato: con “Artinscena” protagonisti musica e giocoequilibrismo

Marco_NeriAncora un doppio appuntamento con il festival di musica, teatro e danza “Artinscena”.

Domani sabato 6 luglio a Riolunato, a partire dalle ore 20,30, Marco Neri si esibirà nello spettacolo “A due metri da terra”. In Piazza Battilani, dove dalle ore 19,00 è aperta la manifestazione “Luna Rio 2013″, arriva il giocoequilibrismo comico di Neri: con la sua andatura cadenzata da metronomo, l’abbigliamento sobrio di un impiegato che sia uscito da casa afferrando per sbaglio i giochi di suo figlio, la mimica facciale che, da immobile, tradisce all’improvviso una vena di gioiosa follia. Si potrebbe pensare che capiti lì per caso. E invece no. È un professionista della giocoleria comica, approdato allo spettacolo di strada dopo un passato di portiere di hockey su pista ed educatore per diversamente abili. Iniziato nel 1989 all’arte triviale dallo storico “Cirque Bidon”, il circo d’origine francese trainato ancora oggi per la Francia e l’Italia del Nord solo da cavalli, Marco neri ha poi schizzato una bozza del suo personaggio, ritoccandone progressivamente i contorni e rendendolo, negli anni, una figura a tutto tondo. Prima di dare il via alla sua performance, segue un rituale puntuale. Posa la propria valigia sbiadita in terra, parcheggia dove può i suoi due monocicli e la scala a pioli. Si guarda intorno, soppesa i volti e gli atteggiamenti dei curiosi che si fermano e inizia. Dà fuoco alle torce, fa girare le asce, le palle e i birilli; a tratti omaggiando, a tratti provocando le persone presenti, guida tra la folla con abilità i suoi instabili strumenti da una ruota sola, ma non è semplicemente un virtuoso della tecnica. Con disinvoltura rimane in equilibrio su una comune scala a pioli, sconfessando tutte le leggi della statica e applicando le nozioni imparate a Mosca, durante i freddi mesi trascorsi nel 1997 alla “Scuola del Circo di Stato”.

Marco Neri ha partecipato ai più importanti festival e rassegne di teatro di strada in Italia e all’estero ma, soprattutto, ha rifiutato di partecipare a numerose trasmissioni televisive tra cui: “Maurizio Costanzo Show” (Canale 5), “Scommettiamo che…” (Rai 1) e “Sette per Uno” (Rai 2).

E ancora, sempre domani sabato 6 luglio, a partire dalle ore 18,00, al Capanno Tassoni di Fanano, ha luogo il concerto del Trio Cordaria dal titolo “Il viaggio”.

Si tratta di un percorso musicale che accompagna l’ascoltatore in un viaggio che raggiunge culture e tradizioni musicali nel mondo. Si incontrano le musiche che ci divertono e ci emozionano, partendo dalla Francia fino ad arrivare alla musica klezmer e dei Balcani, passando attraverso il Sud America senza dimenticare il nostro Paese.

Il Trio Cordaria è composto da Alberto Fantino alla fisarmonica bayan, Angelo Vinai al clarinetto e Cristiano Alasia alla chitarra e i suoi componenti sono musicisti che, oltre all’attività didattica, vantano una prestigiosa attività concertistica presso importanti istituzioni musicali tra cui l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchesra Sinfonica dell’Arena di Verona, l’Orchestra Filarmonica di Torino. Fanno anche parte dell’ensemble “Quintettango”.

“Artinscena” torna domenica 7 luglio a Fanano, nella Chiesa di San Giuseppe, con il concerto dei docenti del campus estivo “Arte a 6 corde”.