Home Appennino Reggiano Rally Colline Matildiche: nel rush finale si determina la classifica

Rally Colline Matildiche: nel rush finale si determina la classifica

1-VincitoriQuesta prima edizione del Rally Day Colline Matildiche sarà ricordata per la grande sfida consumata sull’asfalto per i primi quattro posti assoluti con Medici e D’Arcio a suonarsele per l’oro e l’argento, mentre Gianesini e Tosi per il bronzo e solo all’ultima speciale è giunto il verdetto. I locali Davide Medici e Gianfredo Zamboni su di una Renault Clio Super 1600 Movisport aggiudicandosi due delle sei prove speciali vincono questa prima edizione del Rally Day Colline Matildiche impiegando un tempo totale di 24’27”4. Staccati di soli 3 decimi, nonostante la vittoria parziale in tre prove speciali Luciano D’Arcio e Giuseppe Aldini su medesima vettura chiudono secondi assoluti autori comunque di una prestazione davvero maiuscola. Terzi assoluti, pure loro su Renault Clio S1600 i valtellinesi Marco Gianesini e “Fulvione” che siglando il miglior tempo sull’ultima speciale, conquistano il terzo gradino del podio assoluto e si aggiudicano il 1° Memorial Fabrizio Tosi. L’equipaggio di Carpineti Gian Luca Tosi ed Alessandro Del Barba ci hanno creduto fino in fondo inserendosi con la loro Renault New Clio al terzo posto perso soltanto all’ultimo per un soffio: comunque meritatissimo quarto posto assoluto. Gara dura ed impegnativa che alla fine appaga gli sforzi di Antonio Rusce e Marco Mori che chiudono al quinto posto pure loro su Clio S1600.

    PS5 San Polo A: Km 6,500 ore 15,05        Luciano D’Arcio non si smentisce e vince anche il terzo passaggio sulla San Polo “A” a lui più congeniale impiegando 4’33”8 riconquistando la leadership provvisoria con un margine di 4 decimi, forse troppo pochi per aggiudicarsi la gara, consapevole che sulla prova “B” il suo avversario gli ha sempre dato un distacco maggiore ad un secondo. Gianesini si migliora ed è secondo in prova a 1”1 e nella classifica provvisoria insidia la terza piazza occupata da Tosi per mezzo secondo. Medici terzo +1”6 e Tosi quarto +3”8 che a questo punto deve difendere il bronzo provvisorio. Rusce è quinto +5”7 e Grassano, una volta prese le misure col percorso chiude la prova sesto a 6”4. Penserini sigla il settimo tempo +6”6 davanti a Vellani +6”8, Castagnoli gran gara la sua con una  Peugeot 106 Maxi +7”9 e Severi +8”1 che chiude la top ten.

    PS6 San Polo B: Km 5,600 ore 15,24        Sferra un attacco serrato Marco Gianesini e vince la sua prima ed unica prova della giornata in 3’30”7 ma fa qualcosa di veramente grande perché sorpassa nella classifica assoluta Tosi e gli soffia il terzo gradino del podio. Davide Medici ottimo secondo +1”5 e Luciano D’Arcio terzo a 2”2, anche per loro i giochi sono fatti e solo “tre” decimi di distacco decretano vincitori Medici-Fulvione su D’Arcio-Aldini. Fa tutto il possibile Tosi con la sua R3C ed è quarto in prova +3”5 ma deve piegarsi davanti alla Super1600 di Gianesini. Quinti in prova Severi-Costi +4”8 e sesti i genovesi Multari-Brizzolara +5”4 che precedendo di un solo decimo gli imperiesi Grassano-Ammendola +5”5  chiudono decimi assoluti. Zanni sigla l’ottavo tempo +6”1 seguito da Rusce +7”0 e Cerioli 7”2.

Fra le Auto Storiche i reggiani Andrea Tonelli e Roberto Debbi portano a fine la loro gara in solitaria regalando spettacolo a non finire con la rossa Ford Escort RS (impiegano 27’22”1 = 42° tempo assoluto). Numeroso e composto il pubblico sulle due speciali a prova che qui, “l’Appennino Reggiano” non lo ha dimenticato nessuno. E a farlo ricordare ci hanno pensato i “magnifici” ragazzi del Grassano Rally Team. Sui 70 equipaggi partiti in 13 si sono ritirati. Appuntamento per il secondo round del 1° Trofeo Parmigiano Reggiano al 5° Ronde Monte Caio a Langhirano (PR) l’8 ed il 9 novembre prossimi. Prosegue anche la serie ERMS Rally Cup.

 
Tutte le info su: www.grassanorallyteam.it