Home Appennino Modenese Questione sicurezza e piscina al centro del Consiglio Comunale di Pavullo

Questione sicurezza e piscina al centro del Consiglio Comunale di Pavullo

videosorveglianza“L’Amministrazione Comunale di Pavullo sta facendo tutto quello che è nelle proprie competenze, in stretto collegamento con le Forze dell’Ordine, per contrastare il picco di criminalità che purtroppo sta interessando il nostro territorio”. Lo ha affermato il Sindaco di Pavullo durante il Consiglio Comunale di giovedì scorso, 27 novembre, rispondendo a una mozione del consigliere di opposizione Davide Venturelli, con la quale si chiedeva di destinare i proventi delle multe a un incremento dei turni notturni della Polizia Municipale e  all’installazione di nuove telecamere. “Siamo di fronte a un fenomeno che ci preoccupa molto e che, come ho avuto modo di verificare personalmente, ascoltando le testimonianze delle vittime, colpisce direttamente uno dei diritto principali dei cittadini, quello di sentirsi al sicuro in casa propria. Al di là dei dati e delle statistiche forniti dalla Prefettura, quello che dobbiamo fare è aumentare la sicurezza e di mettere in campo tutto quello che è nelle nostre competenze per sostenere il lavoro delle Forze dell’Ordine. Già oggi la nostra Pm, grazie anche alle sinergie sviluppate col corpo unico del Frignano ha incrementato gli sforzi e la collaborazione e abbiamo deciso un primo intervento di 10mila euro per incrementare il numero di telecamere di sorveglianza, partendo dalle frazioni. Non serve a nessuno soffiare sul fuoco per poi fare proposte demagogiche, che sanno più di spot elettorale che altro. Occorre mantenere da parte di tutti i nervi saldi e agire con senso di responsabilità. È facile cavalcare le paure della gente, ma è altrettanto rischioso”. La mozione di Venturelli è stata respinta con i voti della maggioranza.

Bocciata anche la mozione del consigliere di minoranza Gianni Bernardoni, riguardante la costruzione della nuova piscina, con la quale si chiedeva di rinunciare al progetto previsto dall’Amministrazione. “La piscina si farà – ha invece ribattuto il Sindaco – seguendo il progetto già più volte illustrato. Non è possibile, a causa delle nuove norme antisismiche e contro il dissesto idrogeologico, ricostruirla su quella esistente e nemmeno prevederla altrove a causa dei costi eccessivi. L’impianto, per il quale sono già avviate le procedure di gara, sarà costruito dove attualmente ci sono i campi da tennis scoperti, che saranno contestualmente rifatti e potenziati al posto della vecchia piscina. Questo intervento ha ricevuto l’apprezzamento della presidenza regionale della Fit e assicuro che continuerà il confronto con le varie associazioni sportive per arrivare a un risultato positivo per tutti. Se si vuole la piscina, questa è l’unica strada percorribile. Ho l’impressione che, dietro a tutto ci sia l’evidente imbarazzo dell’opposizione, che vede realizzarsi uno dei punti cardine del nostro programma e che in realtà vorrebbe che il progetto si arenasse. Ma non sarà così. La minoranza vuole bloccare i lavori per la nuova piscina, noi invece la porteremo a termine”.

In avvio di seduta, dopo l’ingresso in Consiglio Comunale di Claudio Scarabelli al posto del dimissionario Gianluca Vignali, al quale è andato l’unanime apprezzamento per il lavoro svolto, è stato approvato l’assestamento di bilancio che, come ha spiegato l’Assessore Stefano Iseppi: “Conferma le previsioni, consentendoci investimenti per oltre due milioni di euro e proseguendo nella riduzione del debito, rispettando in pieno il patto di stabilità. Tutto questo nonostante una drammatica riduzione dei trasferimenti statali”. Approvato all’unanimità, invece, il rinnovo della convenzione con l’Unione dei Comuni del Frignano, per la gestione associata in materia di riduzione del rischio sismico.

Respinte, infine, con i voti della maggioranza, tutte le altre mozioni presentate dall’opposizione.