Home Appennino Reggiano Provincia favorevole alla fusione di Toano e Villa Minozzo

Provincia favorevole alla fusione di Toano e Villa Minozzo

tre-valliIl Consiglio provinciale, presieduto da Gianluca Chierici, ha espresso parere favorevole alla fusione di Toano e Villa Minozzo in un unico Comune. L’unica perplessità riguarda la scelta del nome, primo di una identificazione territoriale precisa: “Ci si permette di osservare che il nome “Tre Valli” non specifica un territorio particolare e, tale denominazione, potrebbe essere attribuita ad altre entità”, si legge infatti nella delibera approvata ieri sera dal Consiglio provinciale, dopo la discussione avvenuta in sede di Commissione nei giorni scorsi.

A favore della fusione, si sono espressi i gruppi consiliari di Pd, Pdl, Progetto Reggio, Futuro e libertà, Lega Nord e Udc: unico voto contrario quello di Rifondazione comunista, mentre l’Idv si è astenuta.

“Fin dagli anni Settanta i comuni della provincia di Reggio Emilia si sono aggregati per garantire forme di governance ed organizzazione di servizi omogenei in grado di assicurare a tutti i cittadini lo stesso livello di opportunità e di prestazioni, a prescindere dalla localizzazione dei comuni stessi, garantendo perciò coesione territoriale e sociale – si legge nella delibera – L’istituzione dei distretti sanitari, la riduzione del numero degli ospedali, l’attivazione di servizi socio-sanitari, l’istituzione di poli scolastici per gli Istituti superiori e molto altro, sono stati possibili grazie alla forte coesione dei comuni nell’identificare significative forme di cooperazione e la condivisione di scelte dimensione identitaria e peculiare, l’assunzione di espliciti accordi che mantengano l’integrità di confini storici e culturali potrà dare prospettive reali per un nuovo sviluppo economico”.

Il Consiglio provinciale, che con gli stessi voti favorevoli ha approvato anche un ordine del giorno sull’argomento, ribadisce che è necessario che i processi di fusione dei Comuni coinvolgano, fin dai primi momenti, la popolazione: “Si ritiene che le fusioni dei Comuni non possano limitarsi ad una “rivisitazione” dell’architettura istituzionale, alla possibilità di ottenere, nel corso degli anni, cospicui finanziamenti, ma che i cittadini debbano trarre la massima utilità possibile da scelte così significative e complesse sul piano della identità della comunità di appartenenza, della partecipazione alla vita democratica ed alle scelte che li riguardano direttamente. Si auspica l’identificazione di Consigli di frazione o Municipi che mantengano il nome originario del comune anche per favorire il legame identitario. Le zone montane della provincia di Reggio Emilia si caratterizzano per una forte identità storica e culturale che, da sempre, costituisce un elemento di forza delle comunità. Si ritiene che gli elementi identificativi dell’identità dei comuni debbano essere preservati perché costituiscono un elemento di riconoscimento e di coesione della popolazione. Villa Minozzo e Toano rappresentano entità uniche ed irripetibili sia da un punto di vista storico che geo-politico. Naturalmente la denominazione del nuovo ente spetta agli organismi che propongono la fusione ai cittadini interessati. Ci si permette però di osservare che il nome “Tre Valli” non specifica un territorio particolare e, tale denominazione, potrebbe essere attribuita ad altre entità”.

“Come Giunta siamo tendenzialmente favorevoli alla fusione dei Comuni di Villa Minozzo e Toano – ha spiegato la presidente della Provincia di Reggio Emilia, Sonia Masini – Dobbiamo prendere atto che questi comuni hanno subito un forte spopolamento, hanno scarse risorse e costi elevati. Diventa quindi necessario un ripensamento dell’organizzazione. Siamo convinti, in linea generale, che l’eccesso di frammentazione a cui siamo arrivati sia negativo. La fusione non deve però togliere l’identità ai singoli territori né coincidere con l’allontanamento dal livello di decisione dei cittadini”.