Home Appennino Modenese Poker di appuntamenti domani con “Artinscena”

Poker di appuntamenti domani con “Artinscena”

tributo-jacksonIl festival di teatro, musica e danza “Artinscena” prosegue domani venerdì 9 agosto con ben quattro appuntamenti. Si comincia alle ore 18 a Casa Prati di Farneta di Montefiorino con “Concerto Aperitivo per soprano e pianoforte”. Due grandi interpreti arricchiscono le più rinomate musiche di Verdi, Puccini, Bellini e Mascagni: Giuliano Ruggi, pianista e organista, e Simona Cianchi, soprano dotata di voce molto estesa, di timbro drammatico, agile, con acuti luminosi e potenti, grazie ai quali ha interpretato i più importanti ruoli del repertorio lirico italiano.

Giuliano Ruggi, pianista e organista, ha compiuto gli studi al Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma sotto la guida del M° Roberto Cappello, perfezionandosi con il M° Alfredo Speranza e il M° Andrea Padova. Si è esibito in numerosi concerti nazionali.

Simona Cianchi, soprano, si è diplomata in canto lirico al Conservatorio Statale di Musica “A. Boito” di Parma. È stata ospite dei Festival lirici di Parma, Varese Ligure, Montefoscoli, Castiglioncello, Manosque (Provenza-Francia). Ha cantato in Italia e all’estero con numerosi direttori d’orchestra. Nel 2007 in occasione delle Celebrazioni Toscaniniane organizzate a Parma si è esibita in concerti eseguendo liriche inedite.

Proseguendo tra gli eventi in programma domani venerdì 9 agosto, dalle ore 21 Francesco Benozzo (canto, arpa celtica, arpa bardica) e Fabio Bonvicini (canto, organetto, piffero, flauti, ocarina, piva, percussioni) presentano il loro cd “Libertà l’è morta”, dedicato ai canti della tradizione libertaria e messo a punto grazie a una collaborazione ormai decennale e su più fronti. Appuntamento nell’Aia del Groppo di Riolunato (altrimenti, in caso di maltempo, al Teatro di Riolunato) con questo recital che propone una serie di canti anarchici diffusi tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, arrangiati per strumenti della tradizione popolare. Un piccolo viaggio nella ricca e poco nota tradizione libertaria del canto tradizionale, per riscoprire le radici non dei partiti, non banali, non fraintendibili del grande anelito alla libertà del repertorio orale italiano.

Francesco Benozzo, menzione speciale della critica ai Folk Awards di Edimburgo nel 2007 e finalista al Premio Tenco 2009, ha all’attivo sei album come cantante e arpista. Di recente si è esibito al teatro Valle di Roma in un reading con il premio Nobel per la letteratura Wisława Szymborska.

Fabio Bonvicini è uno dei più attivi protagonisti della rinascita della tradizione musicale emiliana. Ha suonato e suona in numerosi gruppi, molti dei quali da lui fondati, tra i quali Pivaritrio, Compagnia dell’asino che porta la croce, Suonabanda, Pivenelsacco.

E ancora, sempre domani venerdì 9 agosto a Fanano, in Piazza Corsini, il duo composto dal tenore Gianfranco Cerreto e da Ivana Zincone al pianoforte intrattiene con il concerto “Da Napoli a Buenos Aires”. A partire dalle ore 21, il duo propone un viaggio che attraversa l’oceano e gli anni sulle ali di ritmo e vocalità coinvolgenti. S’inizia con la canzone partenopea e si approda in Argentina con le sensuali atmosfere della Milonga e del Tango, passando attraverso il “Paese che non c’è” ovvero Youkali, Tango-habanera di Kurt Weill.

Gianfranco Cerreto, diplomato in canto al Conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria, si è perfezionato approfondendo poi la propria tecnica vocale e interpretativa con G. Ravazzi ed attualmente con Sherman Lowe. Ha partecipato a numerosi ruoli tenorili in opere quali “L’elisir d’amore”, “La Traviata”, “Gianni Schicchi”. Oltre che nel teatro e nella musica da camera costante è il suo impegno nella musica sacra.

Ivana Zincone, diplomata al Conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria si è perfezionata con A. Careggio e P.N. Masi. Svolge attività concertistica in varie formazioni da camera in tutta Italia, con repertori che spaziano dalla musica classica, al tango alla musica da film senza dimenticare le espressioni della musica sacra e del Novecento.

Gianfranco Cerreto ed Ivana Zincone si sono esibiti insieme in numerose città italiane riscuotendo sempre consenso di pubblico e di critica per la piacevolezza dei programmi proposti, l’affiatamento e la comunicatività delle interpretazioni. Il duo, formatosi nel 2007, ha un repertorio che spazia dalla liederistica tedesca alla chanson francese, senza tralasciare la romanza italiana, pagine importanti della musica sacra e celebri songs americane.

Gli amanti del Re del Pop non possono di certo perdere l’ultimo appuntamento in programma domani venerdì 9 agosto. “Tributo a Micheal Jackson” è il concerto di The king of pop tribute band in scena alle ore 21 in Piazza Vittoria a Sestola. Undici elementi, uniti dall’amore per la musica e la persona di Michael Jackson, si riuniscono per dare vita allo spettacolo più fedele all’originale per suoni, coreografie ed effetti speciali. Il cantante e frontman, Vittorio Masullo, attualmente riconosciuto da MTV come migliore impersonator del grande Re del Pop, ripercorre con una band di affermati professionisti le hits più famose di Michael Jackson, curandone minuziosamente ogni piccolo particolare. Alle chitarre troviamo uno dei volti femminili più interessanti del panorama musicale italiano, Roberta Raschellà, seguace della mitica Jennifer Batten, storica chitarrista del mito americano. I turbinanti giri di basso sono riproposti dall’inimitabile tocco funky di Fabio Longo, bassista e contrabbassista molto attivo nell’area milanese. Motore instancabile della band è Fiamma Cardani, incantevole batterista, sorprendente per forza e grinta. Alle coreografie, curate dal coreografo Giuseppe Mattia Masullo, troviamo i talentuosi e instancabili Hernando Di Niso, Mattia Pesce e Alarico Pievani. A completare la formazione troviamo due tecnici specializzati, Mara Terzi e Federico Boncio.

 

“Artinscena”, organizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Modena torna sabato 10 agosto con tre appuntamenti da non perdere. A Pievepelago, a partire dalle ore 17 in collaborazione con Lapam – Federimpresa, ci aspetta il concerto “Assolo in duo” del violinista Giovanni Sardo e del fisarmonicista Sergio Scappini, mentre a Pavullo alle ore 18, a cura di Paolo Donini, viene proposta la mostra d’arte di Edward Evans “Twenty-six paintings”. Per finire, sempre sabato 10 agosto, ma alle ore 21, arriva a Fanano lo spettacolo teatrale di giocoleria, acrobatica e mimo “La famiglia”.