Home Appennino Modenese Pavullo riscopre le sue origini

Pavullo riscopre le sue origini

Si parlerà della storia di Pavullo e della crescita costante della sua comunità, sabato 6 dicembre presso la sala consiliare del Municipio. Alle 17,30, infatti, il prof. Andrea Pini, appassionato storico locale e autore del volume “Memorie ritrovate di Pavullo nel Frignano”, illustrerà il periodo del distacco di Pavullo dal Comune di Torricella, avvenuto nel 1682. L’occasione è fornita dalla consegna ufficiale dell’antico stemma del Comune di Torricella al Comune di Pavullo, che sarà rappresentato dal Sindaco Romano Canovi, effettuata nella stessa circostanza dal dottor Lorenzo Orta.Sarà un atto simbolico, ma di grande significato, che renderà il giusto riconoscimento a uno dei primi insediamenti consolidati e regolamentati del territorio pavullese. Torricella si diede propri statuti nel 1547 ed ebbe vita autonoma fino ai primi anni del” ‘800, quando, a seguito della riforma del Duca di Modena Francesco IV, fu definitivamente inglobato in quello di Pavullo, che nel corso dei secoli aveva conosciuto un grande incremento di popolazione, estendendo la influenza su tutto il Frignano. Oggi la zona della Torricella è un quartiere residenziale che si trova appena sopra la zona dell’ospedale e dove è ancora possibile ammirare diverse testimonianza architettoniche del periodo medievale, fra le quali la torre che ha dato il nome al borgo stesso. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Pavullo nel Frignano, in collaborazione con l’associazione culturale “In…Oltre”.