Home Appennino Modenese Pavullo: Confesercenti su bilancio comunale di previsione 2013

Pavullo: Confesercenti su bilancio comunale di previsione 2013

confesercentiL’approvazione del Bilancio comunale di previsione di Pavullo per l’anno 2013, è motivo di riflessione da parte di Confesercenti. “Riconoscendo lo sforzo in cui l’Amministrazione si è prodigata a tal senso, entro oltretutto i termini stabiliti dalla legge e cioè entro la fine di giugno – un’anomalia tiene comunque a rilevare l’Associazione imprenditoriale rispetto al recente passato – siamo a formulare il nostro giudizio tutto sommato positivo. La motivazione principale riguarda la ferma volontà da parte dell’Amministrazione comunale di procedere ad una razionalizzazione della spesa pubblica, cosa per altro sostenuta anche a più riprese da Confesercenti, provvedendo a: ridurre il costo del personale per circa 110 mila euro; contenere le spese per gli asili nido, per le strutture in affitto ed altri costi di bilancio, senza intaccare i servizi offerti ai cittadini”.

“C’è solo un aspetto però che ci sentiamo di condividere poco o addirittura per niente – tiene a precisare Confesercenti Pavullo, evidenziandola come vera e propria nota dolete relativa al bilancio – Ed è la scelta che l’Amministrazione ha operato decidendo di aumentare l’aliquota dell’addizionale comunale IRPEF. Se fino al 2012 questa era determinata da una forbice oscillante dallo 0,65 fino allo 0,78 x 1000, quest’anno è stata portata indistintamente per tutte le fasce di cittadini allo 0,80 x 1000. Fattore che comporterà un incremento di imposte medio di circa 25/30 euro pro capite, con tutte le conseguenze del caso se pensiamo alla crisi economica ed al calo inarrestabile dei consumi. Riteniamo – conclude l’Associazione imprenditoriale -che la via da seguire rimane quella della razionalizzazione della spesa pubblica e che occorre continuare a perseguire l’obbiettivo della gestione associata dei servizi. In quanto la sinergia tra i Comuni rimane l’unica strada per arrivare a mantenere o migliorare i servizi diminuendo o contenendo i costi”.