Home Appennino Modenese Omaggio al bicentenario di Giuseppe Verdi a Fiumalbo

Omaggio al bicentenario di Giuseppe Verdi a Fiumalbo

giuseppe_verdiE’ un omaggio a Giuseppe Verdi nel bicentenario della nascita quello proposto venerdì 16 agosto alle ore 21 nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo a Fiumalbo. Il concerto, a ingresso libero, si svolge nell’ambito di “Note e arte nel Romanico”. La rassegna è promossa dalle parrocchie e dai Comuni dove si svolgono i concerti con il contributo della Regione Emilia Romagna e della Fondazione Cassa di risparmio di Modena, e il patrocinio della Provincia di Modena. La direzione artistica è dell’associazione culturale Cantieri d’arte.

Il soprano Paola Sanguinetti, il mezzosoprano Stefania Maiardi e il tenore Michel Mulhauser, accompagnati al pianoforte da Stefano Seghedoni, si alterneranno per riproporre arie tratte dalle più conosciute opere verdiane: dal Nabucco (“O dischiuso è il firmamento”) a Otello (“Ave Maria”), dal Corsaro (“Aria di Medora”), a Oberto conte di San Bonifacio (“Oh chi torna l’ardente pensiero”). E ancora: “L’esule”, dalle Arie da camera, per chiudere con il Trovatore: “Stride la vampa”, “Ah si ben mio”, “L’onda dei suoni mistici” e “Tacea la notte placida”.

Paola Sanguinetti, che ha studiato musica al conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, dal 1997 ha iniziato un’intensa collaborazione con il tenore Andrea Bocelli, esibendosi al suo fianco in innumerevoli concerti nei suoi tour mondiali. Svolge inoltre un’intensa attività concertistica sia in duo con l’arpista Davide Burani, sia con altre formazioni (“I solisti di Parma”, “Gli archi Italiani”, “Il quartetto di Cremona”), che l’ha vista applaudita protagonista nei teatri italiani, oltre che in Germania, Svizzera, Olanda, Austria, Repubblica Ceca, Spagna.

Stefania Maiardi dopo un periodo di attività all’estero, nel 2000 rientra in Italia e supera la selezione per l’Accademia Verdiana Carlo Bergonzi a Busseto. Partecipa alle Master Class di Alto perfezionamento del maestro Renato Bruson. Il tenore svizzero Michel Mulhauser, dopo un diploma in pianoforte, si perfeziona in canto lirico e ha interpretato numerose opere.