Home Appennino Modenese Note e arte nel Romanico: sabato 27 a Rocca S.Maria e domenica...

Note e arte nel Romanico: sabato 27 a Rocca S.Maria e domenica 28 a Fiumalbo

Davide_BuraniSi intitola “Intrecci di corde” il concerto che gli arpisti Cristina Greco e Davide Burani terranno sabato 27 luglio nella pieve romanica di Rocca Santa Maria a Serramazzoni. Il concerto inizia alle ore 21, è a ingresso libero e si svolge nell’ambito di “Note e arte nel Romanico”.

La rassegna è promossa dalle parrocchie e dai Comuni dove si svolgono i concerti con il contributo della Regione Emilia Romagna e della Fondazione Cassa di risparmio di Modena, e il patrocinio della Provincia di Modena. La direzione artistica è dell’associazione culturale Cantieri d’arte.

Il programma del concerto proposto dal duo di arpe prevede brani di Rameau, Bach, Offenbach, John Thomas, Salzedo. I due arpisti eseguiranno anche due “fantasie” di Giovanni Caramiello, una sulla “Casta diva” di Bellini e una sulla “Traviata” di Giuseppe Verdi come omaggio in occasione del bicentenario della nascita del compositore.

Cristina Greco, sarda, è compositrice, arpista e direttore d’orchestra, prima donna in questo ruolo in tutta la Sardegna. Davide Burani, concertista e insegnante, si esibisce sia come solista che in formazioni cameristiche collaborando con diverse orchestre di prestigio.

 ***

È un quintetto di ottoni, il Klomer brass, il protagonista del concerto pomeridiano in programma a Fiumalbo, nella pieve romanica di San Michele, domenica 28 luglio alle ore 17. Il concerto è a ingresso libero e si svolge nell’ambito di “Note e arte nel Romanico”.

La rassegna è promossa dalle parrocchie e dai Comuni dove si svolgono i concerti con il contributo della Regione Emilia Romagna e della Fondazione Cassa di risparmio di Modena, e il patrocinio della Provincia di Modena. La direzione artistica è dell’associazione culturale Cantieri d’arte.

Il quintetto Klomer brass nasce dalla passione del trombettista Renato Pante che l’ha formato insieme a quattro allievi della sua classe di ottoni alla Scuola musicale di Primiero in Trentino: Giacomo Longo e Alain Corso, tromboni, Fabio Turra, tromba, e Antonio Belluco, tuba. Nel concerto di Fiumalbo l’ensemble propone un programma variegato che soddisfa tutti i gusti con brani molto noti da Verdi a Steve Joplin, da Haydn a John Lennon ed Ennio Morricone.