Home Appennino Modenese Neve, in Appennino turbine per ridurre i cumuli. Lavori contro il fondo...

Neve, in Appennino turbine per ridurre i cumuli. Lavori contro il fondo ghiacciato della SP 324

Pievepelago-neveNella mattina di martedì 10 febbraio i mezzi spartineve e spargisale della Provincia stanno concentrando l’attività sulla strada provinciale 324 del passo delle Radici tra Riolunato e Pievepelago per rimuovere il fondo ghiacciato. Previsto in giornata un analogo intervento anche nel centro di Montecreto e nel centro di Riolunato, mentre nel centro di Pievepelago la provinciale è stata completamente pulita nella giornata di lunedì 9 febbraio.

Turbine al lavoro anche sulla provinciale 32 a Montefiorino, lungo la provinciale 28 a Vitriola, sempre di Montefiorino, e a Piandelagotti sulla provinciale 486 per allargare la carreggiata ristretta dai cumuli di neve ai lati. Nel pomeriggio sono previsti altri interventi analoghi tra Montefiorino a Frassinoro, mentre mercoledi 11 febbraio è previsto, tra gli altri, un intervento sulla strada comunale che conduce al lago Santo e a S.Annapelago in paese sulla provinciale 324.

Tutti i mezzi spargisale della Provincia continuano l’attività sia in Appennino che in diversi tratti di pianura contro il rischio delle gelate notturne.

Occorre comunque guidare con prudenza, con catene o gomme da neve, anche perché, rilevano i tecnici del servizio provinciale Viabilità, con temperature particolarmente rigide l’effetto del sale si attenua fino a diventare nullo.

Il piano neve della Provincia può contare su 169 mezzi: di questi 130 sono  spartineve (tutti di ditte private individuate tramite gara d’appalto biennale) di cui 69 in montagna e 61 in pianura; i mezzi spargisale sono 31 messi a disposizione dalle ditte, di cui 17 in montagna e 14 in pianura, oltre a otto mezzi “combinati” cioè sia spartineve che spargisale più le due turbine.