Home Appennino Modenese Nel week end inaugura a Guiglia un nuovo luogo di culto dei...

Nel week end inaugura a Guiglia un nuovo luogo di culto dei Testimoni di Geova

geova-guigliaSabato 8 e domenica 9 giugno si inaugura a Guiglia un nuovo luogo di culto dei Testimoni di Geova. La Sala del Regno si trova in via Pieve di Trebbio n° 637 (strada a destra dopo Monteorsello e prima di Rocca Malatina). Nel pomeriggio di sabato 8 sarà aperta per essere visitata da tutti coloro che lo desiderano. Il programma di domenica 9 prevede un discorso ufficiale che sarà pronunciato alle ore 9.45 da Luciano Nencini, ministro di culto dei Testimoni di Geova.

Salgono così a 19 le Sale del Regno presenti nella provincia di Modena, con 37 congregazioni o comunità che vi si radunano a turno. Lo studio della Sacra Bibbia si svolge in una decina di lingue. Le prime adunanze dei Testimoni dopo la seconda guerra mondiale si tennero nella zona di Montese in case private e poi in un locale in frazione Maserno. Il primo luogo di riunione a Modena fu aperto nel 1957. Ora in città e provincia ci sono circa 3.000 Testimoni evangelizzatori di porta in porta e migliaia di simpatizzanti.

I Testimoni hanno interamente autofinanziato la costruzione mediante offerte volontarie e donando il loro tempo per i lavori. Hanno partecipato uomini e donne, giovani e anziani, specializzati e no. Complessivamente circa 90 volontari hanno dato il loro contributo. In alcuni giorni festivi almeno 33 Testimoni hanno lavorato insieme con operosità e ordine. Durante l’inaugurazione saranno intervistati alcuni dei volontari per illustrare ai presenti i lavori eseguiti.

La costruzione ha richiesto cinque mesi e ha una capienza di novanta posti a sedere. Comprende anche una biblioteca. Il centro sarà utilizzato due volte la settimana (giovedì sera e domenica pomeriggio) da Testimoni e simpatizzanti dei comuni di Guiglia e Zocca. Le riunioni istruiranno, alla luce dei principi biblici, sui valori della famiglia, della morale e del rispetto cristiano. L’ingresso è libero.

La nuova Sala del Regno diventerà anche un punto di riferimento dei Testimoni per organizzare l’opera di evangelizzazione che reca benefici all’intera comunità. Grazie all’applicazione degli insegnamenti biblici, varie persone sono uscite dal tunnel della droga o di altri vizi, oppure hanno migliorato il loro matrimonio.

Il centro ospiterà anche la celebrazione di matrimoni validi a tutti gli effetti civili in quanto esistono ministri di culto dei Testimoni di Geova autorizzati a tale scopo, in virtù del riconoscimento legale concesso dallo Stato italiano come confessione religiosa.

A livello nazionale, ci sono oltre 400.000 associati, fra Testimoni e simpatizzanti.