Home Appennino Modenese Montefiorino, “A tutto nero” manifestazione dedicata al tartufo nero estivo

Montefiorino, “A tutto nero” manifestazione dedicata al tartufo nero estivo

vasetto-25Il prossimo weekend prende il via la sesta edizione di “A tutto nero” a Montefiorino, l’iniziativa dedicata al tartufo nero estivo. L’appuntamento diventa l’occasione per conoscere meglio la varietà di tartufo presente e fare un primo bilancio sulla nuova raccolta. Il Comune di Montefiorino organizza questa manifestazione in collaborazione con l’Associazione Tartufai Modenesi e con i Ristoranti locali, interessati a promuovere il tartufo delle nostre valli montane.

Il programma che si articola nei primi due weekend del mese di luglio, prevede lo svolgimento del mercato del tartufo, dei prodotti tipici e di artigianato dalla tarda mattinata con iniziative di intrattenimento e animazione nelle serate di venerdì, sabato e domenica per le vie e le piazze di Montefiorino.

L’intendimento comune, fra gli organizzatori, è quello di promuovere la conoscenza del prodotto ed offrire ad un’area più vasta la possibilità di poterlo assaggiare!

I Ristoranti interessati che aderiscono all’iniziativa proporranno menù dedicati al tartufo estivo Valli Dolo e Dragone per farne apprezzare le caratteristiche nell’utilizzo in cucina.

L’elenco dei Ristoranti è presente sul sito della Mostra Mercato del Tartufo Modenese, che quest’anno celebra la 22° edizione: www.tartufomodenese.it.

Al momento non si hanno molte notizie sulla raccolta anche se qualche ristorante ha già iniziato a proporlo: dagli esperti trapela però un certo ottimismo circa la possibilità di poterne reperire nei prossimi giorni.

Anche il costo del prodotto che gli esperti giudicano delizioso, dipende direttamente dalla quantità di prodotto raccolto, e quindi non è al momento quantificabile.

Il tartufo Valli Dolo e Dragone ha ottenuto dalla Camera di Commercio di essere inserito nel paniere del marchio collettivo “Tradizioni e sapori di Modena”, creato dalla Camera di Commercio di Modena che vede il GAL “Antico Frignano e Appennino Reggiano” coinvolto nella fase di controllo dell’osservanza dei disciplinari di produzione delle aziende produttrici di montagna a tutela del consumatore finale.

Il progetto attivo dal 2003, ha consentito di riunire sotto il marchio collettivo camerale quei prodotti che, pur essendo caratterizzati da grande tipicità, non beneficiano ancora di protezioni quali DOP o IGP, e che vengono coltivati, conservati e confezionati secondo specifici disciplinari di produzione, con un sistema di controlli mirato al rigoroso rispetto degli stessi.

Tra questi la Patata di Montese, il Mirtillo nero dell’Appennino modenese, il Tartufo delle Valli Dolo e Dragone, il Marrone di Zocca ed il Marrone del Frignano, il Miele di Castagno e Millefiori dell’Appennino modenese ed il Miele Millefiori della Pianura modenese.

Il marchio “Tartufo delle Valli Dolo e Dragone” identifica sul territorio la produzione del Tartufo Bianco pregiato (Tuber Magnatum Pico), dello Scorzone autunnale (Tuber uncinatum Chatin) del tartufo nero liscio (Tuber macrosporum Vittad.) e del Bianchetto o marzuolo (Tuber borchii Vittad.) che spontaneamente crescono, proprio nelle Valli del Dolo e del Dragone, nei comuni di Montefiorino, Frassinoro, Palagano e Prignano s/S in Provincia di Modena e anche nel versante reggiano che si affaccia sulla val Dolo.

Da alcuni anni è stata prestata particolare attenzione alla produzione di tartufo nero estivo ben noto fra i conoscitori di tartufo con l’appellativo volgare di “Scorzone”.

Il Tuber aestivum trae il suo nome proprio dal periodo di maturazione che è quello estivo, e pur non essendo tra le specie più pregiate è di buona qualità e si presta a svariati usi in cucina per esaltare la preparazione di prelibati piatti.

Ha inoltre il pregio di avere sempre un prezzo abbordabile e alla portata di tutti!