Home Appennino Reggiano Mamma e papà ubriachi al volante, denunciati dai carabinieri di Castelnovo Monti

Mamma e papà ubriachi al volante, denunciati dai carabinieri di Castelnovo Monti

carabinieri_2001Tutti sempre pronti a puntare il dito contro i giovani appartenenti al popolo della notte ma a Castelnovo Monti, i controlli dei Carabinieri stanno rivelando un’altra verità! La notte in concomitanza dei weekend ci sono si giovani che alzano il gomito ma nel gruppo viene individuato “l’astemio” di turno a cui far guidare l’auto. Un bell’esempio di responsabilità che pare invece non provenire dai grandi come confidato da alcuni giovani che hanno “consigliato” ai Carabinieri di fare gli stessi controlli di giorno nelle vie centrali del paese. Segnalazioni puntuali e risultate fondate giacché nella sola centralissima via Roma nel tardo pomeriggio in due differenti controlli i Carabinieri hanno sorpreso una 45enne ed un 60enne guidare ubriachi. E che sbornia! La 45enne che è andata a finire contro uno sportello di una vettura da cui era appena scesa una donna aveva un tasso alcolico di 2,04 g/l mentre il 60enne (fermato durante un posto di controllo ndr) un tasso di 2,94 g/l ben 5 volte quello limite stabilito in 0,5 g/l.

La donna, fermata alle 16,00, si è giustificata sostenendo di essere stata a un “lauto” pranzo, l’uomo, fermato alle 19,00, probabilmente ad un aperitivo visto che ha riferito di dover andare a cena. Ai due conducenti i Carabinieri hanno provveduto a ritirare le rispettive patenti di guida per la successiva sospensione (rischiano sino a 2 anni ndr) sequestrando le rispettive autovetture (la Fiat Punto alla donna e l’Opel Meriva all’uomo) per la successiva confisca.

Entrambi sono quindi stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia per il reato di guida in stato d’ebbrezza. Rischiano una maxi multa sino a 6.000 euro e da 6 mesi ad un anno di arresto. I controlli con i precursori per accertare analoghe condotte proseguiranno quindi di giorno nelle vie del centro anche se ciò non distoglierà “l’attenzione” dei Carabinieri sui giovani di notte anche se gli ultimi controlli stanno rivelando che ad essere più indisciplinati in montagna sono i “grandi”.