Ora in onda:
____________

Sono stati in tanti, ben distanziati e con le mascherine anticovid, a partecipare domenica 12 luglio a Tolè (Comune di Vergato) all’inaugurazione una mostra permanente dedicata alla Linea Gotica, il tracciato difensivo costruito dall’esercito tedesco durante la seconda guerra mondiale.

L’esposizione permanente, voluta dalla associazione Fontechiara in collaborazione con il Comune di Vergato e l’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese, è stata intitolata Ezio Trota, medico appassionato di storia locale scomparso nel 2015 che ha donato molti dei documenti che sarà possibile apprezzare. Erano presenti all’inaugurazione i figli e la moglie del compianto dottore. In rappresentanza del Comune di Vergato c’erano il vicesindaco Stefano Pozzi e l’assessora alla cultura Patrizia Gambari, mentre per l’ANPI è intervenuto Antonio Baruffi, presidente dell’ANPI Alta Valle del Reno.

La giornata è stata poi arricchita dalla presenza della banda Giuseppe Verdi di Riola che ha suonato diversi brani.

«Siamo felici perché quella di Tolè è una comunità sempre attiva» ha commentato l’assessora Patrizia Gambari «anche nel volontariato, e poi perché questa mostra permanente farà ricordare ai giovani che le guerre non devono esistere, dobbiamo sempre difendere per la pace. Quello che fa l’Associazione Fontechiara è importante, in attesa del Museo della Linea Gotica che speriamo di portare avanti nel Comune di Vergato».

Tutti i fine settimana sarà possibile visitare gli oggetti in mostra: divise, oggetti personali appartenuti ai soldati, riviste dell’epoca, elmi, accessori bellici. Si potrà entrare nella sala in quattro persone alla volta.

L’idea di organizzare un’esposizione dedicata a questo percorso, che attraversava anche Tolè e che ha coinvolto direttamente molti toletani caduti in battaglia, è dell’Associazione Fontechiara, che ha raccolto materiali e reperti storici sul territorio e ha deciso di radunarli in un unico luogo, accessibile a tutti, in una sala vicino alle scuole elementari. Ad allestirla sono stati Gilberto Bertusi e Davide Demaria mentre gli artisti, che a Tolè sono sempre di casa, hanno contribuito ad arricchirla: l’esposizione infatti impreziosita dai dipinti e dai murales realizzati da Loredano Sammartino e da una panchina all’esterno dell’edificio, dipinta con i colori della bandiera italiana dalla pittrice Nadia Cristoni.

L’esposizione di Tolè rientra all’interno di un progetto più ampio di valorizzazione di quel periodo storico che vedrà presto protagonista il Comune di Vergato con un museo dedicato appunto alla Linea Gotica.