Home Appennino Modenese Il Sindaco di Serramazzoni Roberto Rubbiani scrive agli studenti in occasione del...

Il Sindaco di Serramazzoni Roberto Rubbiani scrive agli studenti in occasione del “Giorno del Ricordo”

Nella ricorrenza del “Giorno del Ricordo”, solennità civile celebrata il 10 febbraio di ogni anno e istituita per commemorare le vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano – dalmata, avvenuti durante l’ultima fase della Seconda Guerra Mondiale e nell’immediato dopoguerra, il Sindaco di Serramazzoni Roberto Rubbiani ha inviato agli studenti dell’Istituto Comprensivo e dello Ial Scuola Alberghiera, una lettera per ricordare e mantenere viva la memoria delle vittime di quella che fu una vera e propria tragedia umana. Una lettera che domani martedì 10 febbraio, sarà letta nelle classi, le quali alle 10,45 osserveranno anche un minuto di silenzio alla memoria di quanti caddero e soffrirono durante quei fatti così drammatici. “La storia – scrive il Sindaco – è memoria di glorie, vittorie e conquiste che ci rendono orgogliosi, dall’altra parte, purtroppo, è anche memoria di vittime umane, di crudeltà tra popoli, tra uomini. Pochi giorni fa, il 27 gennaio abbiamo celebrato il ricordo delle vittime della Shoah e di quanti si opposero al progetto di sterminio nazista, mentre un solo mese è trascorso dalla strage di Parigi, una tragedia che ha sconvolto l’Europa. E’ nostro impegno, non solo per legge, prima ancora come uomini tributare il doveroso omaggio a tutte le vittime di soprusi, di pregiudizio e a tutti coloro che hanno sacrificato la propria libertà e la propria vita in nome di quella Libertà di parola, ideologia, pensiero, religione, etnia, sesso di cui noi uomini di oggi e futuri uomini di domani beneficiamo e che è nostro dovere preservare. Ci ritroviamo, insieme agli insegnanti, educatori, assistenti, dirigenti, di cui riconosciamo l’impegno nel promuovere attività didattiche volte alla conoscenza e riflessione di queste tragedie, simbolicamente uniti per onorare tutte le vittime dell’odio e della violenza dell’uomo contro l’uomo, dei devastanti effetti che derivano dall’ignoranza, dal non rispetto della diversità in tutte le sue espressioni che invece dobbiamo tutelare, con la consapevolezza che essa  rappresenta una ricchezza che genera sviluppo e accrescimento”.

“Voi ragazzi – conclude il Sindaco Rubbiani – siete il bene più prezioso per la Nostra comunità, non abbiate mai timori a esprimere la vostra creatività, il vostro entusiasmo, la vostra Libertà, nel rispetto dell’altro”.