Home Appennino Bolognese Emergenza neve: avviato il confronto tra Enel e Associazioni dei consumatori

Emergenza neve: avviato il confronto tra Enel e Associazioni dei consumatori

neve-enelSi è svolto a Roma il primo incontro tra Enel e le Associazioni dei Consumatori aderenti al CNCU – Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti – ACU, Adoc, Adusbef, Assoconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori – per analizzare l’impatto della recente emergenza neve sul servizio elettrico in Emilia Romagna e Lombardia.

Durante l’incontro sono state approfondite le cause dei guasti alla rete elettrica e le modalità di intervento e di comunicazione adottate dall’azienda. Le Associazioni, dal canto loro, hanno rappresentato un quadro dei gravi danni sorti da questo evento climatico nonché le segnalazioni e richieste degli utenti raccolte dalle proprie sedi territoriali e che saranno analizzate a breve nel corso di un nuovo incontro dedicato tra Enel e le Associazioni stesse.

Nel corso dell’incontro sono state avanzate dalle Associazioni proposte e richieste di interventi sulla rete per consentire lo studio di opportuni meccanismi atti a prevenire o ridurre fortemente gli impatti di tali fenomeni eccezionali anche in vista della consultazione pubblica 48/2015/R/eel dell’AEEGSI sul nuovo ciclo regolatorio relativo alla “Regolazione della qualità dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell’energia elettrica, nel quinto periodo di regolazione”.

Azienda e Associazioni hanno convenuto di avviare un percorso per la definizione di un protocollo sulla gestione del post emergenza in Emilia Romagna e Lombardia, che preveda, tra l’altro, il monitoraggio della liquidazione degli indennizzi automatici ai clienti previsti in applicazione della Delibera della AEEGSI n°198/2011 nonché un confronto per approfondimento e risoluzione degli eventuali casi di clienti con disservizi più ampi rispetto ai casi previsti.

Entro 60 giorni Enel Distribuzione completerà infatti la fase di raccolta ed elaborazione dei dati sull’estensione e la durata delle interruzioni. A valle di tale raccolta Enel Distribuzione trasferirà gli indennizzi stessi ai venditori, entro la prima fatturazione utile del servizio di trasporto, così da consentirne l’erogazione nel più breve tempo possibile.