Home Cronaca Due arresti della Polizia di Reggio Emilia, in città la notte scorsa

Due arresti della Polizia di Reggio Emilia, in città la notte scorsa

Nell’ambito dell’attività atta al controllo del territorio, verso le 23:00 della notte scorsa,  personale della Squadra Volante si è recata presso un bar del centro, in Piazza Prampolini, dove il titolare asseriva di essere stato aggredito poco prima da un avventore in evidente stato di alterazione. Gli operanti giunti tempestivamente sul posto riuscivano a rintracciare celermente il soggetto che si era appena allontanato in direzione di via Del Carbone.

Sin dall’inizio lo stesso si rivelava indisposto al controllo di polizia, rifiutandosi più volte di ottemperare alle richieste degli agenti, fino ad arrivare ad aggredire fisicamente gli stessi operatori, uno dei quali colpito con calci e schiaffi anche al volto. Successivamente bloccato, il soggetto veniva accompagnato presso la locale Questura per gli atti di rito. Durante il tragitto, ancora in stato di escandescenza e nonostante fosse ammanettato, l’uomo – L. V. J. C., cittadino colombiano di anni 22 – colpiva più volte il pannello separatorio posto tra i sedili anteriori e quelli posteriori del veicolo di servizio rivolgendo frasi ingiuriose e minacciose agli operanti. Per tale reiterati comportamenti lo stesso veniva quindi dichiarato in arresto e nella mattinata odierna condotto innanzi al giudice per la dovuta convalida ed eventuale giudizio direttissimo.

 

Vero le ore 04,40 odierne, un cittadino segnalava al 113 un topo d’auto in azione in via Cantarana. Sul posto venivano inviati due equipaggi della Volante in servizio di controllo del territorio. Grazie alla precoce segnalazione ed alla velocità degli equipaggi, il topo d’auto veniva bloccato a pochi metri dall’autovettura da cui aveva appena sottratto degli oggetti introducendosi nel veicolo mediante rottura del vetro della portiera posteriore destra. L’uomo, corrispondente perfettamente alla descrizione fatta dal segnalante, veniva trovato in possesso di alcuni accessori elettronici di valore che venivano riconosciuti e restituiti al legittimo proprietario. Il ladro – identificato in K. O., cittadino senegalese di anni 33 – è stato quindi tratto in arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida ed eventuale direttissima.

Si sottolinea come, anche in questa occasione, la collaborazione dei cittadini nell’effettuare le segnalazioni ed un efficace piano coordinato di controllo del territorio permettono di avere risultati nel contrasto al crimine diffuso.