Home Appennino Modenese Cinque Lions insieme per un festival itinerante: da Vignola a Sassuolo ecco...

Cinque Lions insieme per un festival itinerante: da Vignola a Sassuolo ecco il Lions Music Festival

Un percorso musicale a tappe, che farà risuonare la provincia modenese da sabato 8 aprile a sabato 10 giugno: il Lions Music Festival, organizzato per festeggiare i 100 anni dei Lions nel mondo, e promosso dai cinque Lions Club distrettuali della tradicesima zona (Vignola e Castelli Medioevali, Formigine, Pavullo e Del Frignano, Montese Appennino Est, Sassuolo) è una rassegna di concerti gratuiti con lo scopo di promuovere il sapere musicale e la passione per la musica, in particolare tra i giovanissimi.

Il punto di forza della rassegna, infatti, è la sinergia con le istituzioni scolastiche a indirizzo musicale, a cui si dà la possibilità di esibirsi in ciascun appuntamento con le loro formazioni musicali in apertura dei singoli concerti. Al termine di ogni esibizione il Lions Club distrettuale di riferimento consegna in dono uno strumento musicale e materiale didattico agli studenti coinvolti.

Si comincia sabato 8 aprile alle 18 a Vignola in Sala dei Contrari con il concerto “Luci tra tango e flamenco” del Duo Gardel. Il duo – Gianluca Campi, fisarmonica e Claudio Cozzani, pianoforte – prende il nome dal celebre compositore di tango argentino Carlos Gardel ed è un organico cameristico molto originale. Il tipo di repertorio proposto è principalmente basato su composizioni scritte originalmente per altri organici come violino e pianoforte, arrangiate ed elaborate dal duo. Apre il concerto l’Orchestra dell’indirizzo musicale della Scuola Muratori di Vignola.

Venerdì 21 aprile alle 21 a Formigine, presso l’Auditorium Spira Mirabilis, risuona l’ “Omaggio a Maria Callas”: non occorre un abbonamento alla Scala per amare l’opera, è sufficiente una serata per riascoltare tutti i temi più amati del repertorio, proposti dalla voce toccante e passionale del soprano Paola Sanguinetti, accompagnata dal flauto di Matteo Ferrari e dalla chitarra di Andrea Candeli. Apre il concerto l’Orchestra della Scuola Flauto Magico di Formigine.

Sabato 29 aprile alle 21 a Pavullo, presso la chiesa parrocchiale, è la volta di “Rain”, il concerto-spettacolo di Andrea Vettoretti, l’artista che ha sdoganato la chitarra classica, accompagnato dalla voce recitante di Alice Guidolin. Questo strumento troppo spesso legato ad un’ immagine spagnoleggiante o puramente classica, rivive con una nuova veste, mai vista fino ad ora: non si ascolta “solo” un musicista di grandissimo talento ed eleganza strumentale, il pubblico viene rapito dalla sua musica originale che si fonde in uno stile unico, armonie che ricordano la raffinatezza di un altro celebre compositore italiano, Ludovico Einaudi, ma con la magia delle sei corde. Apre il concerto il progetto delle Scuole Medie Marconi di Pavullo e il progetto “Matilda the Musical” dell’Accademia Musicale del Frignano.

Sabato 6 maggio alle 21 a Zocca al Teatro Comunale Teatro.Com sale sul palco il Duo Sconcerto – ovvero Andrea Candeli alla chitarra e Matteo Ferrari al flauto traverso – con un repertorio che va “Da Bach ai Led Zeppelin”. Il duo propone esilaranti sketch, personaggi, canzoni, duetti comici, parodie, anacronismi, attualizzazioni ed improvvisazioni, il tutto ad un ritmo incalzante: un modo per far ascoltare in senso ironico il mondo della musica classica, rivisitato e riadattato con estro, fantasia, buonumore e spigliatezza. Aprono il concerto gli allievi della Scuola “Massimo Riva” di Zocca.

La rassegna si chiude sabato 10 giugno alle 18 a Sassuolo, in Piazzale della Rosa, con il concerto dell’Orchestra Giovanile di Modena e degli allievi della Scuola O. Pistoni Banda “La Beneficienza” di Sassuolo.