Home Appennino Modenese Chiusura presidio medico Fanano, Leoni: “Regione e Asl Modena si aprano ad...

Chiusura presidio medico Fanano, Leoni: “Regione e Asl Modena si aprano ad un confronto vero senza decisioni già prese”

medici_pressioneLa chiusura del Punto di Primo Intervento di Fanano, in provincia di Modena e l’eliminazione del medico dall’equipaggio delle Ambulanze del 118 sono al centro dell’interrogazione presentata dal Consigliere regionale Andrea Leoni.

“Su questa decisione dell’Azienda USL di Modena anche i medici del servizio di Emergenza-Urgenza hanno fatto sentire la propria voce. Appare davvero discutibile – sottolinea Leoni – la scelta di eliminare il personale medico che negli ultimi anni aveva garantito un efficace servizio di pronto intervento, soprattutto nei mesi estivi a maggior afflusso turistico, risolvendo le emergenze in loco ed evitando lunghi e, purtroppo in molti casi compromettenti, spostamenti verso i Pronto Soccorso degli ospedali di Pavullo o di Baggiovara, destinazione obbligata nei casi più gravi che può richiedere ben 90 minuti di viaggio. Il presidio di Fanano è una risorsa non solo per i cittadini di Fanano ma anche per i turisti che nel periodo invernale e soprattutto estivo frequentano la zona appenninica della provincia di Modena.

Tra i quesiti posti all’Assessore regionale alla Sanità dell’Emilia Romagna, il Consigliere Leoni chiede se sia intenzione organizzare un vero e reale confronto tra le parti, che presuppone però che la scelta non sia irrevocabile, ma che scaturisca solo a seguito dell’analisi che le ricadute in termini di servizio offerto alla cittadinanza. Le popolazioni della montagna modenese – conclude Andrea Leoni – scontano difficoltà maggiori di chi vive in pianura. Non si può continuare a chiedere sacrifici a queste popolazioni e poi disperarsi se la nostra montagna si spopola”.