Home Appennino Modenese Artinscena prosegue tra musica e storia

Artinscena prosegue tra musica e storia

ottfriedIl festival di teatro, musica e danza “Artinscena” prosegue domani sabato 27 luglio in Piazza Borelli a Pavullo con il concerto “Teatro dei pazzi”. A partire dalle ore 21, Giovanni Giusto & Band, eseguiranno brani di qualità e ironia mescolati in modo sapiente con testi in italiano e dialetto veneto che risentono dell’influenza dei luoghi in cui sono state scritte ovvero New Orleans, Nashville, Memphis, Messico e Cuba. La parte musicale è l’incontro nato per la curiosità e l’attrazione di due mondi come quelli tra la musica classica e la canzone d’autore spontanea ed immediata. Il cantautore e voce Giovanni Giusto, molto conosciuto nell’ambito del Teatro/Canzone, trae ispirazione dal suo importante incontro con Gaber e da artisti come De Andrè e Fossati, sviluppando però una sua originale personalità difficilmente catalogabile in un genere. Nella performance in scena domani a Pavullo è accompagnato dal contrabbasso di Edu Hebling, dalla batteria di Moreno Marchesin e dalla chitarra di Andrea Vettoretti.

Giovanni Giusto Dopo gli studi musicali si trasferisce a Milano dove incide diversi dischi come cantautore. Partecipa a manifestazioni televisive come Festivalbar, Cantagiro, Costanzo Show, Superclassifica ed effettua numerosi passaggi televisivi su emittenti nazionali e regionali e tanti tour radiofonici. Fonda il Teatro dei Pazzi, di cui ha curato finora tutte le messe in scena come autore e regista portando la compagnia a essere oggi la più rappresentata nel veneto. Oltre all’allestimento di spettacoli musicali, prosa, balletto, opera, assume la direzione artistica per vari Comuni del veneziano, promuovendo l’attività teatrale in tutte le sue forme. Il Teatro Canzone di Giovanni Giusto in questi anni ha toccato temi importanti come il messaggio d’amore di Gesù Cristo, con un lavoro ispirato all’opera “La Buona Novella” di Fabrizio De Andrè dal titolo “Racconto per un cristiano comune”, il tema della Pace ne “Il Piave Mormorava”, prodotto dalla Nazionale Italiana Cantanti e l’amore per il mare, visto come luogo della ricerca interiore, in “Storie di Mare”, tratto dalle leggende dei pescatori dell’Adriatico.

Edu Hebling Contrabbassista è attualmente nelle band di Ornella Vanoni, Barbara Casini, Sergio Caputo e Rosália de Souza. Tra televisione, concerti e dischi ha suonato tra gli altri con: James Brown, Gino Paoli, Massimo Bubola, Claudio Roditi, Ed Cortes, Marco Tamburini, Pietro Tonolo, John Riley, Mauro Beggio e nei programmi Buona Domenica, La Sai L’ultima, Festivalbar, Roxy Bar, Che tempo che fa.

Moreno Marchesin Da un decennio prende parte come batterista alle tournée e alla realizzazione dei dischi di artisti di primo piano quali Ron, Massimo Bubola, Samuele Bersani, Francesco Renga, Elliot Murphie, Eric Adersen, Claudio Lolli, Alessio Bertallot.

Andrea Vettoretti Considerato dalla critica uno dei chitarristi classici più importanti in Europa. Si diploma con il massimo dei voti e prosegue gli studi presso la prestigiosa “Ecole Normale de Musique” di Parigi. E’ risultato il vincitore in tredici competizioni musicali nazionali e internazionali.

Nel fine settimana del 27-28 luglio prosegue poi la XIV edizione della Settimana Matildica nelle terre della Badia di Frassinoro. Organizzata in collaborazione con CERS Italia, Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche, si svolge nel centro storico di Frassinoro sabato 27 luglio dalle ore 12,00 e domenica 28 luglio dalle ore 10,00. La manifestazione prevede la ricostruzione di molti spaccati di vita quotidiana ambientati nei secoli intercorsi dalla fondazione della Badia, dall’XI al XV secolo. Il viandante che percorre le antiche vie del borgo è coinvolto in un percorso storico che lo accompagna attraverso artigiani, mercanti, mestieri per via, venditori, imbonitori ed imbroglioni. Il suo sguardo è attratto dai suoni e dai colori di saltinbanchi, attori e musicanti ed il palato di colui che giunge da lontano, è attratto dagli odori e dai sapori della cucina della montagna. Nei giorni della Settimana Matildica, a Frassinoro rivivono molti secoli di vita quotidiana: nelle piazze e nelle vie è allestito un vero e proprio spaccato di vita medievale con banchi di vendita, laboratori artigianali, spettacoli ed attività di strada compresi nel periodo storico di attività dell’Abbazia. Durante la manifestazione si svolgono spettacoli e animazioni, con musica, giullaria, giochi e attività per bambini; rivive il mercato medievale nelle terre della badia di frassinoro. E ancora: ricostruzioni militare con dimostrazioni di tecniche di combattimento, dimostrazioni delle tecniche artigianali degli antichi mestieri e una mostra dedicata alla via crucis vivente. Dalle ore 12:00 si potrà ammirare la ricostruzione di antichi mestieri come la bottega del fabbro, dell’erborista, dell’apicoltura, il magister falignamis, l’arte dei tessuti.

Ad animare Frassinoro, dalle ore 17,00, ci saranno una serie di spettacoli e laboratori per bambini, come Les Contes d’Asphaldt con “Il Mondo Sconosciuto Del Signor Ottfriedt”: l’ultimo pastore di draghi s’incammina con uno scheletro di drago ancora vivo e che sputa fuoco. Una piccola opera teatrale di strada molto originale e sublime, una combinazione di personaggi sui trampoli e manipolazione di marionette, atto ambulatorio e piccoli atti fissi. Il signor Ottfriedt s’incammina con lo scheletro del drago che dorme sul carro e si ferma talvolta agli angoli, nelle piazze e negli anfratti quando il drago si desta, articolato con funi e pulegge, dispiegando le sue ali furiosamente, cacciando fumo dalle narici e sputando fuoco per meravigliare e incantare il pubblico. E ancora: Ledus Lù Cigno farà divertire con il suo spettacolo comico giullaresco con il coinvolgimento del pubblico. Saranno presentati numeri di giocolerie, lancio di coltelli e fuoco.

Inoltre al Castello della Badia avrà luogo l’incontro con Matteo Al Kalak, ricercatore della scuola Normale Superiore di Pisa, dal titolo: “Magie e tradizioni popolari a Frassinoro”. A seguire ci sarà l’inaugurazione con la visita guidata al Centro Culturale Multimediale “Castello della Badia”, che sarà poi aperto al pubblico fino al 25 agosto 2013. Una serie di spettacoli serali animeranno Frassinoro.

“Artinscena”, organizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Modena torna domenica 28 luglio con un nuovo appuntamento: al Castello di Formigine il Birkin Tree Duo propone un repertorio legato alle cornamuse e alle tradizioni irlandesi, scozzesi e francesi nel concerto Piper’s Night. Mentre a Frassinoro prosegue il salto indietro nel tempo con la settimana matildica.