Home Appennino Modenese ‘Artinscena’ prosegue in Appennino con quattro appuntamenti

‘Artinscena’ prosegue in Appennino con quattro appuntamenti

incontro-tangoGiunto alla settima edizione, il “Pivaraduno” offre tre giorni – domani venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 agosto – interamente dedicati alla Piva emiliana, al suo repertorio e ai suoi suonatori: a Fanano ci saranno corsi dedicati ad aree specifiche, incontri, concerti e feste per appassionati e cultori delle tradizioni musicali dell’Emilia. La piva in questione è una cornamusa che si è diffusa nell’Appennino emiliano e lì è rimasta in uso fino agli inizi del Novecento quando ha rischiato l’estinzione per alcune ragioni tra cui: la difficoltà nella manutenzione e nell’accordatura dello strumento, le difficoltà di adattamento alle nuove esigenze musicali a causa della sua tonalità fissa e lo scarso interesse da parte dei giovani per la cultura e le tradizioni rurali. Oggi grazie ad un abile artigiano, Franco Calanca, che ha ricostruito la piva sulla base di alcuni strumenti ritrovati, questa cornamusa è tornata a far parte della musica italiana.

Per partecipare ai corsi organizzati dal Pivaraduno è necessario iscriversi inviando una mail a Fabio Bonvicini (fabonvicini@gmail.com) ma la quota di € 10,00 si può versare al momento dell’arrivo. Anche i principianti possono partecipare ai corsi: per loro saranno messe a disposizione alcune pive da studio da Franco Calanca. Inoltre, durante la tre giorni, sarà attiva una convenzione con l’Albergo Sole (www.sole-albergo.it), dove sarà attivo il servizio di pensione completa o di solo vitto o alloggio.

Domani, venerdì 23 agosto, è in programma il primo evento: appuntamento nel centro storico di Fanano alle ore 19 con il concerto aperitivo itinerante “Banda del Pivaraduno”. Nel corso degli anni all’interno del ritrovo annuale dei suonatori di Piva emiliana si è costituita la Banda del Pivaraduno, costituita da circa quindici elementi e formata dai docenti e dagli allievi dei corsi. Il concerto prevede un repertorio che attinge da diverse fonti musicali e che si è via via formato negli anni.

Sempre a Fanano, ma in Piazza Corsini, a partire dalla ore 21 di domani, venerdì 23 agosto, è di scena “Nuevo summit… Un incontro di tango”. La malinconia, la passionalità, il ritmo del tango sono gli ingredienti di questo spettacolo che traccia un ideale percorso dai classici di Gardel, Villoldo, Piazzolla, che hanno portato il tango nelle sale da concerto di tutto il mondo, alle composizioni di autori contemporanei come Girotto, Haden, Aires Tango, Galliano che si ispirano a questo genere musicale. Gianni Iorio (bandoneon), Stefano Saccone (flauto, flauto alto, sax soprano), Gianluca Marino (chitarra) ed Enzo Di Somma (basso acustico) compiono una rilettura che adopera gli elementi ritmici e tematici propri del tango anche come materiale per l’improvvisazione e per affermare l’attualità, la forza e l’originalità di questa musica.

Gianni Iorio ha compiuto i suoi studi musicali presso il Conservatorio di musica “U. Giordano” di Foggia diplomandosi in pianoforte con il massimo dei voti e la Menzione d’Onore. Ha vinto numerosi concorsi pianistici e di musica da camera nazionali e internazionali. Oltre ai concorsi ha compiuto numerosi concerti pianistici presso importanti associazioni musicali nelle principali città italiane e ha sostenuto numerosi corsi di perfezionamento con pianisti di fama internazionale. Ha intrapreso una brillante attività concertistica in qualità di bandoneonista sostenendo numerosi concerti nei teatri, jazz club e festival jazz più prestigiosi d’Europa. Nel 1999 ha fondato con il pianista Pasquale Stafano il gruppo strumentale “Nuevo Tango Ensamble” registrando due CD: “Astor’s mood” e “A night in Vienna”, interamente dedicati alla musica di Astor Piazzolla.

Stefano Saccone, dopo il diploma in flauto traverso conseguito presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa”, ha frequentato i corsi di perfezionamento all’Accademia Chigiana di Siena. Ha inoltre partecipato ai corsi di Formazione Orchestrale e Musica d’insieme a Lanciano nell’ambito di “Estate Musicale Frentana”. Musicista versatile, aperto alle contaminazioni musicali, ha intrapreso, dopo gli studi accademici, lo studio della musica jazz presso il Conservatorio di Benevento e ha orientato i propri interessi musicali verso la bossa nova e il jazz tango. All’attività concertistica svolta in formazioni diverse nei festival e teatri italiani ha affiancato quella didattica e dal 1995 è docente di flauto traverso presso le scuole secondarie di I° grado ad indirizzo musicale. Dal 2002 si dedica con il quintetto strumentale Effetto Musica Ensemble e la cantante brasiliana Claudia Marss alla re-interpretazione del repertorio di Antonio Carlos Jobim, massimo esponente della bossa nova.

Gianluca Marino si è diplomato presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino. Come redattore di una delle più importanti riviste di chitarra presenti sulla scena internazionale, Guitart, scrive moltissimi articoli, recensioni di musiche, libri e cd per chitarra. Ha inciso con Adria Mortari e Leonardo Massa per Casa Ricordi un cd con suoi arrangiamenti di canti rari e preziosi della musica partenopea, con la cantante brasiliana Claudia Marss e un quintetto strumentale compone poi il cd “ Retrato em branco e preto” dedicato alla musica di Antonio Carlos Jobim. Ha tenuto masterclass sulla chitarra brasiliana e sul jazz-samba per importanti istituzioni. Ha collaborato tra gli altri con musicisti e attori importanti come Mauro Squillante, Aldo Vigorito, Michele Placido e Alessandro Haber.

Enzo Di Somma comincia gli studi musicali a 12 anni dedicandosi alla chitarra, successivamente intraprende lo studio del violoncello diplomandosi presso il conservatorio Gesualdo da Venosa di Potenza. Incomincia la sua attività di orchestrale molto presto ed è impegnato con varie compagini prestigiose nazionali ed internazionali, con cui ha effettuato numerose tournée in Germania, Austria, Rep.Ceca, Ungheria, Svizzera, Jugoslavia. È il fondatore del quintetto Ars-Nova con all’attivo oltre 200 concerti in varie località italiane ed estere nonché primo violoncello delle formazioni cameristiche e sinfoniche della stessa associazione fin dal 1990.

Il terzo appuntamento di domani, venerdì 23 agosto, è lo spettacolo “Saranno Famosi?”, in programma alle ore 21 in Piazza Borelli a Pavullo. Un folle e scaltro tuffo nel mondo della musica e del teatro in compagnia di Barbara Zanasi (attrice) e Claudio Mattioli (pianoforte, fisarmonica e voce). La dinamicità e il brio dei due artisti fanno si che teatro, canto e musica si amalgamino e creino un emozionante e spensierato show.

Torna il Concorso Musicale “GuigliaRock”, rivolto ai gruppi musicali emergenti e giunto alla nona edizione. La competizione, indetta dal Comune di Guiglia e dall’Assessorato alle Politiche Giovanili dell’Unione Terre di Castelli, si svolge domani venerdì 23 e sabato 24 agosto presso il Castello di Guiglia a partire dalle ore 21. Nato con lo scopo di promuovere la produzione artistica e di facilitare l’aggregazione tra band musicali, il concorso GuigliaRock è suddiviso in due categorie: la prima riguarda i gruppi che eseguono brani di produzione propria, la seconda i gruppi che eseguono cover. Le giovani band musicali si possono iscrivere solo ad una delle due categorie e devono avere un media d’età inferiore ai 30 anni.

 

“Artinscena”, organizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Modena prosegue sabato 24 agosto con ben cinque appuntamenti. Si comincia alle ore 18 Pavullo con “Solo sax for paintings”, l’improvvisazione jazz sul realismo astratto di Edward Evans, per poi proseguire alle 20 a Riolunato con lo spettacolo di istrionerie, acrobatica e magia “Maraviglia delle meraviglie” di Osvaldo Carretta. A Castello di Riolunato arriva alle 21 “Duo Bottasso”, concerto per violino e organetto. Sabato 24 agosto prosegue, inoltre, “Pivaraduno” a Fanano con i corsi dedicati alla Piva emiliana dalle ore 9.30 e con il concerto alle ore 21 “Pivenelsacco, Cisalpipers, Banda del Pivaraduno”, mente a Guiglia è di scena la seconda ed ultima giornata della nona edizione del Concorso Musicale “GuigliaRock” per gruppi emergenti.