Home Appennino Modenese “Artinscena” prosegue domani con tre appuntamenti musicali a Pavullo, Fiumalbo e Modena

“Artinscena” prosegue domani con tre appuntamenti musicali a Pavullo, Fiumalbo e Modena

El_TangoProseguono gli appuntamenti con il festival di musica, teatro e danza “Artinscena”. Domani giovedì 8 agosto alle ore 18, in collaborazione con la Locanda del Condottiero, si esibisce a Pavullo, presso il Castello di Montecuccolo, il Duo Pianoforte Soprano di Flavio Peconio e Mariella Gernone. Il concerto aperitivo “Dal fascino dell’opera… all’intramontabile canzone napoletana” è, attraverso alcuni tra i più famosi brani appartenenti a tre generi diversi musicali – Opera , Operetta e Canzone Napoletana -, un piccolo percorso musicale della storia del bel canto per soprano e pianoforte.

Partendo dall’orgoglio italiano dell’Opera con arie di Puccini, Verdi e Bellini, il programma si alleggerisce passando a brani tratti dal repertorio di operette – La Vedova Allegra , La Duchessa del Bal Tabarin – che, nello stesso periodo storico, arieggiavano nei teatri di tutta Europa. Il concerto si conclude poi con brani dell’intramontabile canzone Napoletana, come “Torna a Surriento” e “’O Sole Mio”.

Mariella Gernone, soprano, si è diplomata in canto lirico presso il Conservatorio di Bari. Svolge intensa attività concertistica spaziando dal Sacro al Profano, alla musica da camera, alla lirica. Più volte è stata membro effettivo della Giuria per le Selezioni Interregionali dello “Zecchino d’Oro” e all’attività di Soprano Solista affianca quella di insegnate di Canto e di Direttrice di Coro.

Flavio Peconio, pianoforte, nato a Busto Garolfo (Mi) è stato avviato allo studio del pianoforte dal padre. Nel corso degli anni, dopo il diploma in pianoforte, ha continuato a perfezionare gli studi pianistici. È stato vincitore di importanti concorsi pianistici nazionali e internazionali sia da Solista che in formazione da Camera, si è esibito e si esibisce da solista per importanti Associazioni Musicali in varie città italiane. Affianca all’attività concertistica un’intensa attività didattica.

E ancora, sempre giovedì 8 agosto, a partire dalle ore 21, all’anfiteatro di Fiumalbo, il Salvatore Seminara Trio si esibisce in “Gost”.

Equivocando ironicamente con il termine inglese “Ghost” (fantasma) i musicisti hanno dato vita all’acronimo di Gori-Oglina-Seminara-Trio. Il gruppo nasce con l’intento di mettere al servizio della musica la radicata amicizia dei tre strumentisti, attraverso l’esecuzione di brani originali e trascrizioni appositamente elaborate per questo insolito organico. Il Gost si è esibito nell’ambito di importanti festival in Italia e all’estero (Francia, Spagna, Slovacchia e Croazia). Stefano Gori al flauto, Gabriele Oglina al clarinetto e Salvatore Seminara alla chitarra si esibiranno in un programma che comprende, tra gli altri, brani come l’Op. 16 del Joseph Kreutzer Trio, il Carmen Fantasy di Georges Bizet e pezzi originali.

Stefano Gori, diplomato a pieni voti al Conservatorio di Milano, si è perfezionato con Maxence Larrieu e Raimond Guiod. Premiato in molti concorsi nazionali e internazionali ha intrapreso un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero sia come solista che in numerose formazioni cameristiche.

Gabriele Oglina ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Novara diplomandosi in Clarinetto e in Didattica della Musica. Si è in seguito perfezionato con Kurt Weber. Ha proseguito la sua formazione studiando direzione di orchestra di fiati con il M° Thomas Gaetano Briccetti a Bergamo e a Riva del Garda. Svolge da anni attività di musica da camera.

Salvatore Seminara è un chitarrista dalla poliedrica attività musicale: concertista, compositore, arrangiatore, didatta e organizzatore di eventi musicali. Si è diplomato in chitarra a pieni voti presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano, dove ha studiato anche composizione. Fin da giovanissimo è risultato vincitore di numerosi premi e borse di studio. La sua intensa attività artistica lo vede impegnato nell’ambito di importanti festival in molti paesi d’Europa, Israele, Argentina, Messico e Russia.

“Artinscena”, ancora domani giovedì 8 agosto, include un ulteriore appuntamento musicale: a Modena, presso il Giardino Ducale Estense, a partire dalle ore 21,00, il Quartetto Meridies e Fisarmonica ci farà emozionare con il concerto “El Tango”.

Gli spettatori potranno assistere a una reinterpretazione del Tango Argentino di Astor Piazzolla, il compositore oggi più conosciuto, eseguito e amato in tutto il mondo. Numerosi i capolavori eseguiti tratti dai cicli delle Baladas e delle Milongas, così come dalle colonne sonore vincitrici di Grammy Award. Il concerto narra di un mondo di speranza e disillusione, di passioni e di tradimenti attraverso il pathos e l’ironia tipica della cultura sudamericana.

Il Quartetto Meridies, costituitosi nel 1992 è formato da musicisti che si sono perfezionati con illustri maestri quali F. Ayo, R. Brengola, B. Giuranna, C. Schiller, P. Vernikov, I. Grubert, M. Varshavskij.

Particolarmente importanti, per la crescita e la formazione musicale del gruppo, sono stati gli incontri con il Quartetto Borodin, il Quartetto Amadeus e il Quartetto di Tokyo.

Affermatosi in numerosi concorsi nazionali e internazionali, il Quartetto si è sempre distinto fin dal suo esordio per la solidità dell’insieme e le brillanti doti tecniche ed espressive che lo hanno portato a esibirsi presso importanti Istituzioni Concertistiche in Italia, in Europa e nel resto del mondo. Ha tenuto tournée in Germania, Francia, Spagna, Repubblica Ceca, Turchia, Stati Uniti, Corea del Sud etc. Ha registrato per Rai RadioTre presentando diverse prime esecuzioni e per Rai-International un video live con il soprano Maria Dragoni trasmesso su Rai 1 e successivamente via satellite in tutto il mondo. Ha inciso per l’etichetta discografica Niccolò la prima registrazione italiana dello Stabat Mater di Luigi Boccherini nella versione originale, in collaborazione con il soprano Elena Cecchi Fedi. Di recente è uscito il secondo CD interamente dedicato al Tango argentino di Astor Piazzolla. Fra gli artisti con i quali il quartetto ha collaborato figurano Maxence Larrieau, Pierluigi Camicia, Maria Dragoni, Darko Brlek, Andrea Bacchetti, Quartetto Foné, Claudi Arimany, Ramzi Yassa, Bruno Canino. Numerose sono anche le collaborazioni con personaggi del mondo del cinema e del teatro come Giancarlo Giannini, Riccardo Scamarcio, Michele Placido, Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Massimo Venturiello. Il repertorio del Quartetto spazia dai classici e romantici europei – Beethoven, Mozart, Brahms – agli autori americani e sudamericani – Piazzolla, Villa-Lobos – dai capisaldi della letteratura quartettistica a opere meno conosciute.

Il Quartetto è composto da Carmelo Andriani e Gennaro Minichiello al violino, Claudio Andriani alla viola e Giovanna D’amato al violoncello, Ad accompagnarli anche la fisarmonica di Pasquale Coviello.

“Artinscena”, organizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Modena torna venerdì 9 agosto con ben quattro appuntamenti musicali da non perdere. A Farneta, Montefiorino, a partire dalle ore 18, ci aspetta il concerto-aperitivo del duo soprano-pianoforte Cianchi-Ruggi, mentre a Groppo di Riolunato vengono proposti, a partire dalle ore 21, i canti della tradizione libertaria con il concerto “Libertà l’è morta”. E ancora: a Sestola la “The king of pop tribute band” propone un tributo a Micheal Jackson, mentre a Fanano, sempre venerdì 9 agosto, il Duo tenore-pianoforte Cerreto-Zincone intrattiene con un viaggio nella musica, “Da Napoli a Buenos Aires”.