Home Appennino Modenese Approvato dal Consiglio Comunale di Pavullo il bilancio per il 2015

Approvato dal Consiglio Comunale di Pavullo il bilancio per il 2015

Piazza-Montecuccoli-PavulloSi è tenuta giovedì sera 9 aprile la seduta del Consiglio comunale di Pavullo dedicata alla discussione e all’approvazione del bilancio di previsione per l’anno 2015. La manovra economica è stata illustrata dall’Assessore al bilancio Stefano Iseppi, che in apertura ha posto l’accento sugli ulteriori tagli effettuati dal Governo a carico degli enti locali, che per il Comune di Pavullo si concretizzano in un’ulteriore riduzione di 700mila euro sui trasferimenti statali. “Nonostante questo – ha detto – siamo riusciti a predisporre un bilancio che guarda avanti e che propone investimenti per oltre 5 milioni di euro, una cifra importante con la quale intendiamo dare un segnale di ottimismo e ripresa al nostro mondo imprenditoriale e affrontare l’emergenza principale che ci colpisce: quella del lavoro. L’Amministrazione ha lavorato in modo deciso, proseguendo nel lavoro degli ultimi anni, per ridurre e razionalizzare le spese che sono ridotte in 5 anni di 2,8 milioni di euro. Per il futuro sarà fondamentale accelerare e costruire nuove è più forti forme di collaborazione tra gli enti locali del Frignano, dalle gestioni associate alle fusione, per dare più peso al nostro territorio, costruire politiche di sistema condivise e dare migliori servizi a costi inferiori. Con questo bilancio siamo riusciti a salvaguardare tutti i servizi fondamentali, mente continua la progressiva e costante riduzione del debito. Infine nel 2015 rimane invariata la pressione fiscale sulla prima casa e sulle imprese, a parte un lieve incremento dell’Imu sulla seconda casa”.  Di bilancio di sviluppo e crescita ha parlato anche il Sindaco Romano Canovi: “Non dobbiamo mai dimenticare che abbiamo governato in tempi di crisi profonda. Abbiamo cercato di farlo in modo oculato, trasparente e dicendo sempre la verità, guardando da un lato a chi è più in difficoltà e dall’altro a completare i progetti delle grandi opere delle quali Pavullo ha bisogno. Ora abbiamo davanti un anno per dare una spinta decisiva alla loro realizzazione e sono sicuro che presto vedremo risultati importanti, a partire dalla piscina, per la quale c’è una manifestazione di interesse da parte di una associazione temporanea di imprese e che si farà, nonostante i frenatori. Credo che i tanti anni di governo del centro sinistra abbiano cambiato in meglio il volto di Pavullo e delle sue frazioni”.

Dai gruppi consiliari, apprezzamento per il lavoro della Giunta è arrivato dalla maggioranza. Leo Lorusso della “Torre”, Primo Manni del “Ponte” ed Enrico Corsini di “Unione a Sinistra”, hanno sottolineato l’importanza di un bilancio che riduce il debito, getta le basi per per guardare avanti con fiducia e che ha nel mantenimento dei servizi e nell’incremento della manutenzione e dell’abbellimento del territorio alcuni dei punti più significativi.

Critiche sono invece arrivate dai cinque gruppi di opposizione, che ritengono la situazione di Pavullo peggiorata negli ultimi anni. Per Giovanni Bernardoni di “Pavullo e Futuro”, Davide Venturelli della “Lista Civica Uniti per Pavullo”, Giuseppe Melchiorri del “Gruppo Misto”, Gian Paolo Cintori della “Lega Nord Padania” e Luciano Biolchini del “Pdl”, il bilancio aumenta la pressione fiscale, non stanzia risorse sufficienti per la manutenzione complessiva del territorio, e prevede troppe spese a loro dire non prioritarie.