Home Appennino Modenese Approvata dal Consiglio comunale di Pavullo la modifica della convenzione per la...

Approvata dal Consiglio comunale di Pavullo la modifica della convenzione per la gestione associata della Centrale Unica di Committenza

Si è tenuto giovedì sera 29 gennaio, il Consiglio Comunale di Pavullo con all’ordine del giorno diversi temi a partire dalla modifica alla convenzione che disciplina i rapporti tra i diversi comuni nella Centrale unica di Committenza all’interno dell’Unione dei Comuni del Frignano. Da tempo il legislatore preme nella direzione di creare strutture su area vasta, che abbiano le competenze adeguate per lo svolgimento delle gare di appalto e di acquisto di beni e servizi. Forti riserve sono state espresse dal capogruppo del Pdl Luciano Biolchini, secondo il quale la scelta di un’unica centrale di committenza, oltre a non essere obbligatoria, porterebbe a un’eccessiva burocratizzazione delle procedure con inevitabili aumenti di costi. Il Sindaco Romano Canovi ha ribadito che le norme prevedono un obbligo sempre più stringente ad associare questo tipo di funzioni e che Pavullo, essendo il comune più grande del Frignano, ha il dovere politico di essere il motore di tutti i processi di aggregazione e gestione associata utili a conseguire non solo risparmi di spesa, ma anche economie gestionali e operative. Il punto è stato approvato con 14 voti favorevoli e i voti contrari dei Consiglieri Biolchini e Cintori.

Sono state poi trattate diverse mozioni e interpellanze presentate dai vari gruppi di opposizione. In particolare è stata respinta la proposta del consigliere Davide Venturelli di detassare i locali concessi in comodato gratuito dai proprietari alle associazioni di volontariato. Sulla proposta è intervenuto l’assessore al Commercio Katia Salsi, chiarendo che la richiesta formulata dal consigliere contrasta con le normative statali, non è legittima e quindi è sostanzialmente inapplicabile. Ma, soprattutto, ha evidenziato come la proposta non risolverebbe nessun problema del commercio e che, pur in un contesto di grave crisi economica e di difficoltà della rete commerciale, non vi sia alcuna desertificazione del centro. Infine l’assessore ha riconfermato tutti gli impegni dell’Amministrazione Comunale per quanto riguarda il sostegno al mondo produttivo. La proposta è stata bocciata con 10 voti contrati dei gruppi di maggioranza, 2 astensioni e 3 voti favorevoli.

Respinta anche la proposta del consigliere del gruppo misto Giuseppe Melchiorri di pavimentare il percorso natura all’aeroporto. L’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Scaruffi, nel ricordare i diversi impegni che si stanno concretizzando nell’area dell’aeroporto, ha affermato che: “Non è intenzione dell’Amministrazione Comunale asfaltare il percorso Natura, perché riteniamo che esso debba essere inserito in un contesto esclusivamente naturale”.

Sono poi state presentate un’interrogazione del consigliere Davide Venturelli sul recupero della torre di Gaiato, una del consigliere Gian Paolo Cintori per avere chiarimenti sulla regolamentazione delle sagre e feste, una del consigliere Giovanni Bernardoni, ancora sulla piscina e, infine, una del consigliere Giuseppe Melchiorri sulla gestione dei campi da tennis.