Home Ambiente Riolunato: terminati i lavori alla diga di Enel Green Power

Riolunato: terminati i lavori alla diga di Enel Green Power

riolunato-diga-inaugDopo quasi 100 anni di vita, la Diga di Riolunato di Enel Green Power, si rifà il look e riafferma la sua funzione strategica sul territorio modenese. Questa mattina, alla presenza del sindaco di Riolunato Daniela Contri, del consigliere regionale Luciana Serri,  del presidente dell’Accademia Lo Scoltenna Livio Migliori e del responsabile Unità territoriale Emilia Romagna, Toscana, Marche Enel Green Power Giovanni Rocchi, è stata inaugurata la Diga di Riolunato che, dopo sei anni di lavori avviati nel 2011,  ha cambiato la sua tipologia, trasformandosi da diga a contrafforti e arcate,  a diga a gravità (ovvero resistente alla spinta dell’acqua grazie al peso della diga). Un cambiamento necessario e rilevante per adeguare l’impianto alle normative vigenti disposte dall’Ufficio Tecnico Dighe del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.  Con un investimento di 8 milioni di euro, Enel Green Power ha coinvolto nell’esecuzione dei lavori, 11 imprese tra cui anche provenienti dalla provincia di Modena.

Le principali attività eseguite sono state la realizzazione delle nuove fondazioni della diga, il riempimento dei vani fra i contrafforti allo scopo di adeguare la diga alle normative vigenti, l’installazione delle nuove paratoie di scarico, la modifica dello scarico di superficie per aumentare il volume di acqua scaricata durante le emergenze idrauliche,  l’installazione di nuove apparecchiature elettromeccaniche e sistemi di misure e controllo per una migliore gestione sia degli eventi di piena che durante il normale esercizio della diga.

Per gli anni 2011-2014 la diga è stata svuotata nel periodo giungo/ottobre mentre, per il resto dell’anno, è rimasta in esercizio. Nel corso del 2015 i lavori sono stati eseguiti con l’impianto in esercizio con una riduzione del livello per permettere la demolizione e ricostruzione della soglia di sfioro. Nel 2016 i lavori, appena terminati, sono stati eseguiti con l’impianto in esercizio. In occasione dell’inaugurazione è stata organizzato un convegno sull’impatto economico e sociale della diga con i relatori Renzo Zagnoni e Massimo Gasperini e presentata al pubblico, presso la sala consiliare del Municipio di Riolunato, una mostra fotografica tra passato e presente dedicata ai quasi 100 anni della Diga di Riolunato a cura dell’Accademia del Frignano “Lo Scoltenna”.

 

La diga di Riolunato che è a servizio della centrale di Strettara, nel comune di Riolunato, ha una capacità di invaso di 95 mila m3.

L’impianto è costituito, oltre che dalla diga, da un canale derivatore di circa 5,50 km che convoglia le acque alla vasca di carico e, attraverso una condotta forzata, alla centrale in cui sono installati due gruppi di generazione idroelettrica di potenza installata di 3.000 kW ciascuno e una producibilità media annua pari 28.830 MWh in grado di soddisfare il fabbisogno di quasi 10 mila famiglie, con un risparmio di Co2 di circa 17.000 tonnellate l’anno.