Home Appennino Modenese Progetto grafico-pittorico per murales e new jersey della Scuola Media di Serramazzoni

Progetto grafico-pittorico per murales e new jersey della Scuola Media di Serramazzoni

“Another Sketch on the wall” è il titolo dell’iniziativa che si svolgerà domenica 29 ottobre 2017 a Serramazzoni, e che rientra nel  progetto ideato e promosso dai professori Maria Franchi, Raffaele Annosi, Silvia Benfenati della Scuola secondaria di I° G.Cavani Serramazzoni, organizzata e sostenuta in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e Il Comitato Genitori di Serramazzoni.

Il progetto che ha come parole chiave inclusione, contrasto alla dispersione scolastica, socializzazzione, creatività giovanile e volontariato avrà come protagonisti gli studenti della scuola media G. Cavani di Serra che domenica 29 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 17.00 presso il Piazzale Olimpioco si cimenteranno nella pittura e murales di 10 new jersey (barriere di protezione di cemento) che si trovano a protezione delle strutture mobili temporanee che da settembre ospitano le classi delle medie G. Cavani. I ragazzi saranno guidati e coordinati dal prof. d’Arte Annosi e dagli ex allievi, giovani tutor Federico Lorenzi, Alessia Gianaroli, Chiara Pinna, Stefan Bogatov, Filippo Cocconi, Andrea Battaglini, Francesco Dallari, Alessia Volpe, tutti possono partecipare. L’occasione vedrà inoltre la possibilità di visitare le aule e gli spazi interni alle strutture mobili. Previsto un rinfersco realizzato dal Comitato Genitori con  la collaborazione di tantissime attività commerciali di Serramazzoni, offerto agli studenti e agli insegnanti coinvolti nel progetto.​

L’inziativa grazie alla volontà progettuale degli insegnanti pone al centro una autentica, positiva e stretta sinergia di intenti comuni, senso di appartenenza ad una comunità, volto al benessere dei ragazzi in un clima di collaborazione e partecipazione attiva, tra Scuola, studenti, genitori, Amministrazione Comunale, Polizia Municipale, attività commerciali locali, cittadini volontari che hanno lavorato insieme per la realizzazione del progetto, unendo forze e risorse proprie, di base volontaria. Sarà una festa “a colori” con e per i ragazzi della Scuola alla quale tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.