Home Appennino Modenese Pavullo: Cna e Confcommercio danno numeri e prospettive sul commercio

Pavullo: Cna e Confcommercio danno numeri e prospettive sul commercio

Sono poco più del 9% le famiglie modenesi che oggi acquistano i prodotti alimentari nei piccoli negozi, e appena un po’ di più – il 17,6% – quelle che in questi ultimi comprano elettrodomestici e informatica. Per oltre il 60% degli esercenti di Pavullo, poi, il cuore commerciale della cittadina presenta almeno un problema: qualità dell’arredo urbano (87%), caro affitti (61%), sicurezza (52%), su tutti.

Prenderà le mosse da questi numeri il seminario organizzato da CNA e ASCOM per domani, giovedì 28 febbraio, dalle 15 alle 17, presso l’Unione dei Comuni del Frignano, a Pavullo, in via Giardini, 15.

“Il commercio dà i numeri” è, infatti, il titolo di questo seminario, che non si limiterà a offrire una fotografia delle dinamiche del consumo e dell’atteggiamento nei confronti di queste adottato dai commercianti, ma cercherà anche di dare dei consigli concreti, pratici agli imprenditori per aumentare il proprio mercato, fidelizzare i clienti e, nel caso specifico di Pavullo, programmare soluzioni per il centro storico della capitale del nostro Appennino.

Per farlo, tra i relatori saranno presenti esperti, consulenti e amministratori. Dopo i saluti di Tommaso Leone, Roberto Masi ed Ermanno Brusiani (rispettivamente presidenti di Confcommercio Modena, di CNA Commercio Turismo e della CNA di Pavullo), Vittorio Martinelli (Studio MV) e Maurizio Brama (Confcommercio), spiegheranno il primo i comportamenti di consumo e le aspettative dei consumatori modenesi, con un focus sull’Appennino, e il secondo un’indagine sulla riqualificazione del centro storico di Pavullo.

Poi Daniele Ferrari, docente a contratto dell’Università di Modena e Reggio Emilia, illustrerà l’importanza delle piattaforme digitali per il commercio locale, mentre Daniela Longo, dei Giovani Imprenditori di CNA Modena, descriverà il progetto Sentinella, finalizzato a migliorare l’accesso ai servizi delle città da parte di cittadini e turisti con disabilità visive.

A chiudere i lavori sarà Andrea Corsini, Assessore Regionale al Turismo e al Commercio.