Home Appennino Modenese Pavullo, adeguamento strada comunale Malandrone-Pratolino, il punto sui lavori

Pavullo, adeguamento strada comunale Malandrone-Pratolino, il punto sui lavori

A Pavullo partiranno in primavera i lavori del terzo stralcio, già finanziato e appaltato, dell’adeguamento della strada comunale Malandrone-Pratolino. Nel frattempo termineranno i lavori del secondo lotto che riguardano un tratto intermedio in prossimità del bivio per la località Serra Parenti, dove la carreggiata viene allargata, adeguata e consolidata contro il rischio frane.

I lavori di questo secondo lotto hanno un costo complessivo di quasi un milione e 200 mila euro, finanziati con il Patto territoriale dell’Appennino modenese, gestito dalla Provincia di Modena, oltre a un contributo della Provincia stessa di 600 mila euro al Comune di Pavullo, titolare dei lavori.

Il contributo per il secondo lotto si aggiunge al finanziamento di 700 mila euro concesso, sempre dalla Provincia, per i lavori ultimati del primo stralcio.

Per la Provincia, sottolinea Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, «l’intervento ha una valenza strategica non solo per Pavullo, ma per tutto il Frignano; i contributi rappresentano un impegno per concludere in tempi rapidi un’opera che ha una ricaduta positiva anche sulla viabilità provinciale e sull’economia dell’area».

Il progetto prevede l’allargamento e la riqualificazione di diversi tratti della strada comunale al fine di realizzare un collegamento stradale tra l’area urbana di Pavullo e la statale 12 nella località Pratolino, una sorta di variante in grado di decongestionare il centro di Pavullo, snellendo i collegamenti con la pianura.

L’investimento complessivo supera i cinque milioni di euro finanziati in buona parte con le risorse statali provenienti del Patto territoriale dell’Appennino modenese.

Con le risorse del Patto territoriale sono stati finanziati, in questi ultimi anni, oltre alla Malandrone-Pratolino, l’adeguamento della strada comunale Fondovalle Dolo tra Frassinoro e Montefiorino e lo sviluppo di Internet veloce nell’Appennino est.

Con i due Patti territoriali dell’Appennino modenese, inoltre, quello generalista e quello agricolo, finanziati dal ministero del Tesoro, in questi ultimi anni sono stati erogati contributi a enti locali e imprese della montagna pari a quasi 21 milioni e 500 mila euro.