Home Appennino Reggiano Estorsione a imprenditore edile reggiano: condanna esecutiva, crotonese arrestato dai carabinieri di...

Estorsione a imprenditore edile reggiano: condanna esecutiva, crotonese arrestato dai carabinieri di Castelnovo Monti

“Portami 14mila euro o ti ammazzo come un cane”, “Ti spacco la faccia”, “Ti faccio finire su una sedia a rotelle”. Sono queste alcune delle frasi con le quali un 50enne calabrese che abita a Castelnovo Monti ha minacciato un imprenditore edile di Collagna per il mancato pagamento di due cambiali da 5000 euro l’una. Il 50enne originario della provincia di Crotone avrebbe preteso la restituzione della somma maggiorata con interessi da usuraio.

L’uomo era stato prima denunciato e nel marzo del 2011 arrestato dai carabinieri del nucleo operativo di Castelnovo Monti in esecuzione a un provvedimento restrittivo di natura cautelare emesso dal Tribunale della Libertà di Bologna che accoglieva l’appello promosso dal magistrato Maria Rita Pantani, titolare dell’inchiesta. Quindi l’iter processuale con la condanna a 1 anno e 8 mesi di reclusione per il reato di tentata estorsione. La sentenza divenuta esecutiva ha visto l’ufficio esecuzioni penali  della Procura reggiana emettere a carico del 50enne calabrese l’ordine di esecuzione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare che ieri è stata eseguita dai carabinieri del nucleo operativo di Castelnovo Monti che hanno arrestati l’uomo conducendolo nella sua abitazione dove dovrà scontare, in regime di detenzione domiciliare e detratto il periodo pre-sofferto in regime di detenzione cautelare, la pena di anni 1 e giorni 28 i reclusione.