Home Appennino Modenese Cambia Serra: “Voltiamo pagina, serve il coraggio di rinnovare il nostro paese”

Cambia Serra: “Voltiamo pagina, serve il coraggio di rinnovare il nostro paese”

“Serramazzoni deve imparare dagli errori del passato e voltare pagina sugli episodi di illegalità e mala politica che hanno affossato il paese”, spiega Michele Andrano, candidato sindaco della lista civica Cambia Serra, che prosegue: “Le elezioni di domenica 26 e lunedì 27 maggio sono l’ultimo appello per non riconsegnare l’amministrazione a quegli stessi gruppi politici che sono stati concausa del declino di Serramazzoni”.

“Non ci stupisce che la campagna elettorale sia stata segnata da veleni e contrapposizioni personali: è proprio quel vecchio modo di fare politica che vogliamo cambiare e che abbiamo già incominciato a scardinare basando il percorso di Cambia Serra sul dialogo e sulla progettualità condivisa. L’astio, il sospetto e gli interessi privati appartengono al passato e l’auspicio è che i cittadini serramazzonesi trovino il coraggio per gettarsi quel passato alle spalle”.

“Cambia Serra – continua Andreano – ha messo nero su bianco un programma diviso in quattro aree, che individua le priorità per il rilancio del paese, dal punto di vista della legalità, dello sviluppo urbanistico, dei servizi e dell’economia locale. Su questi punti ci siamo sempre confrontati, raccogliendo le proposte dei cittadini, e su questi punti continueremo a lavorare, già un minuto dopo la chiusura delle elezioni. Tutto il resto lo abbiamo lasciato ad altri, che hanno preferito un approccio diverso, a nostro modo di vedere sbagliato”.

“In questi mesi ci siamo spesi per organizzare tanti eventi pubblici, incontrare i residenti delle frazioni e girare casa per casa a far conoscere il nostro progetto di cambiamento. L’impegno encomiabile che tutti i candidati e i sostenitori di Cambia Serra, giovani e meno giovani, hanno profuso per far decollare questo progetto è il segno più bello e concreto di come noi vogliamo che sia la nuova politica serramazzonese”, conclude il candidato sindaco.