Home Appennino Modenese 44° Raduno dei Club di Aviazione Popolare, nel weekend presso l’Aeroporto di...

44° Raduno dei Club di Aviazione Popolare, nel weekend presso l’Aeroporto di Pavullo

Aeroporto-PavulloNei giorni 9-10-11 settembre 2016, si terrà all’Aeroporto “Giulio Paolucci” di Pavullo nel Frignano, il 44° Raduno CAP (Club Aviazione Popolare). Il CAP è un Sodalizio di Club che si trovano sparsi nel territorio italiano e si occupano di costruzione amatoriale di velivoli; ovvero amanti del volo, piloti e non, che con la loro abilità (a portata di tutti) costruiscono, da kit o da disegni, i velivoli sui quali voleranno.
In Italia, questo movimento nasce ufficialmente nel 1970 e anno dopo anno arriva ad oggi, dove le autorità preposte, in primis ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) riconosce al personale CAP appositamente preparato, la qualifica di Ispettore e la possibilità di aiutare i costruttori a portare a termine il loro velivolo, cioè il loro sogno. Gli Ispettori del CAP, oggi tutti volontari, seguono passo passo il costruttore, fino al primo volo di collaudo del proprio velivolo, garantendone la corrispondenza a tutti i requisiti sulla sicurezza e la bontà della costruzione. Gli Ispettori seguono il velivolo negli anni, ne verificano le manutenzioni e provvedono agli adempimenti per il rinnovo del Certificato di Navigabilità annuale.
Il Raduno, che si è svolto a Pavullo anche l’anno scorso, prevede un programma molto ricco.
Venerdì 9 settembre si comincia con un incontro aperto a tutti su “Applicabilità dei regolamenti di omologazione”, in cui si tratterà delle installazioni di sicurezza sui velivoli.
Nel pomeriggio si terranno alle 14.30 un workshop con una quindicina di ragazzi e ragazze di Pavullo, in collaborazione con la Scuola Media “Raimondo Montecuccoli”, in cui si spiegherà come costruire un aeromodello, e si regalerà a ciascuno dei partecipanti un kit da portare a casa. Alle 16.00 invece un seminario sul paracadute balistico per velivoli.
La giornata di sabato 10 sarà la più ricca:
Partiranno i workshops sui velivoli in legno, le costruzioni in compositi e gli impianti elettrici, e soprattutto ci sarà un’interessante seminario sul motore ibrido aeronautico dell’Ing. Marco Marotta, incontro a cui sono stati invitati anche i rappresentanti dell’Università di Modena e Reggio.
Grazie ad un accordo con l’Aeronautica Militare del CAMM del Monte Cimone, si terrà anche un seminario su come leggere le carte meteo, che si svolgerà anche nella giornata di domenica.
Concluderà la giornata la conduzione delle prove di volo.
Nella serata, ci sarà la CENA DI GALA, presso il ristorante dell’Aeroporto “Sottovento”, al termine della quale saranno consegnati i seguenti Trofei:
Trofeo Aldinio per il miglior velivolo storico, Trofeo Rotondi per il miglior velivolo autocostruito, Trofeo Caproni per il miglior ultraleggero costruito.
Domenica 11 ancora diversi appuntamenti importanti: la prosecuzione dei workshops sulle costruzioni, e la tavola rotonda sul tema “Per una nuova aviazione”, che metterà a confronto i rappresentanti del CAP, di AOPA,(Proprietari di aerei), di HAG (Velivoli storici), ENAC (Ente nazionale aviazione civile), Aero Club d’Italia e la stampa di settore.
I pranzi e le cene saranno a menù fisso e concordato. L’evento gode della Collaborazione del Comune di Pavullo.